Secondo l’intelligence e i fatti sul terreno il cambio di strategia delle Forze di Difesa libiche e l’incremento del sostegno tribale ha prodotto risultati positivi. La bandiera verde è issata in alcune parti di Bengasi, in Cirenaica e in altre città. Dopo l’estensione della sua campagna in Libia di ieri, gli attacchi della NATO continuano con massicce perdite civili. Il portavoce del deposto governo libico Dr. Ibrahim Moussa ha parlato per telefono alla Reuters, denunciando che le Nazioni Unite ignorano la loro stessa Carta, i crimini contro la pace, crimini di guerra e crimini contro l’umanità.
dal Dott. Christof Lehmann

Ieri la Bandiera Verde è stata issata su alcune parti di Bengasi, Tripoli, Cirenaica, e in altre città un tempo sotto il controllo della NATO e TNC. Oggi nsnbc potrebbe confermare i rapporti secondo cui ieri 20,000 combattenti Tuareg sono entrati nella guerra contro l’occupazione della NATO e il CNT controllato dall’estero. Sia la manodopera aggiuntiva di 20.000 combattenti, così come un cambiamento di strategia, incluse le tattiche di guerriglia urbana hanno portato a sconfitte significative delle Unità Operazioni Speciali della NATO, dei soldatini di piombo del CNT sotto il comando di Abdelhakim Belhadj, e delle migliaia di combattenti importati dall’Afghanistan. Dopo la cattura di 17 soldati NATO per le Operazioni Speciali, la NATO e il CNT hanno dovuto registrare 45 vittime, e 400 combattenti sono stati catturati.

                                      Abdelhakim Belhadj aka Hasidi

Il cambiamento di strategia ha il sostegno popolare dei cittadini spaventati all’interno della città sotto il controllo CNT. Il sentimento generale è che la “rivoluzione” è una truffa, che le persone sono spaventate, ma anche stanche degli abusi, delle razzie, degli stupri e dei saccheggi commessi dai combattenti stranieri di Al Qaeda.
Nessun cambiamento di nome del Gruppo combattente islamico libico del Consigliere Militare a Tripoli può cambiare il fatto, che Belhadj è Belhadj e i terroristi della CIA sono terroristi della CIA. Come è normale in ambienti criminali, i pseudonimi sono ampiamente utilizzati. Abdelhakim Belhadj è anche conosciuto come Hasidi, ex detenuto di Guantanamo, che si vantava di aver ucciso personalmente soldati degli Stati Uniti.
Un’analisi dettagliata del chi è chi e del per chi lavorasse uscirà presto su nsnbc.

I fatti sul terreno sono che la NATO e il CNT hanno il controllo di non più del 15% della Libia, e che non più del 5% approva il CNT e l’aggressione della NATO. Con questo risultato di una campagna militare lunga mesi, l’analisi militare è che la strategia di guerra non convenzionale degli Stati Uniti e della NATO ha fallito amaramente in Libia, come ha fallito in Afghanistan. I risultati in entrambi i casi sono piccole oasi sotto il controllo e la maggior parte del paese circostante è sottomesso con i bombardamenti. Una strategia che riflette la disperazione degli aggressori, e una disperazione, che più comunemente, come in Libia, porta ai crimini di guerra più spaventosi.

Stasera il portavoce del governo libico legale, il dottor Ibrahim Moussa ha informato la Reuters che gli attacchi aerei sulla Sirte di mercoledì e giovedi avevano portato a 150 civili assassinati. La NATO nega di prender di mira i civili, affermando che l’edificio a Sirte era stato utilizzato come nodo militare di comando. Ciò che la NATO sta coprendo è che è il 95% della popolazione libica che si oppone all’occupazione.
Il Segretario generale della NATO, Anders Fogh Rasmussen vuole affermare che il 95% dei libici sono combattenti legittimi, e quindi bersagli legali ci si potrebbe chiedere.
Stanotte alle 03.00 GMT, Nsnbc ha potuto confermare rapporti  secondo cui civili sono stati crivellati con mitragliatrici e razzi da elicotteri Apache, dopo che la città di Rishvana Zahra era stata liberata. Ieri, il bombardamento di una scuola a Sabah che ospitava 70 famiglie di sfollati; è stata bombardata da un caccia bombardiere della NATO con conseguenti massicce vittime civili, molte delle quali donne e bambini inermi.

Dr. Ibrahim Moussa – Portavoce del Governo libico legale

Nella sua telefonata alla Reuters, il Dr. Ibrahim Moussa ha invitato le Nazioni Unite, l’Unione europea, la Lega Araba, e giornalisti stranieri a venire verso il centro della Sirte a testimoniare i crimini commessi. Egli ha detto: “Noi li riteniamo direttamente in dovere di esporre i crimini che sono stati commessi contro l’intera città con lo stesso vigore che loro (la NATO) hanno avuto quando hanno affermato che stavano aiutando le città di Misurata e Zawayah”.

Dr. Ibrahim Moussa ha duramente criticato le Nazioni Unite per aver sollevato la “Bandiera della Nuova Libia” presso le Nazioni Unite martedì. Dr. Ibrahim Moussa ha suscitato il fatto che una banda di criminali sostenuta dalla NATO può essere riconosciuta come membro a pieno titolo delle Nazioni Unite, mentre la Palestina ha lottato per i suoi diritti per 60 anni.

Criminalizzare la Guerra – Dr. Tun Muhammad Mahatim

In un’ultima analisi della NATO e della Libia, le Nazioni Unite sono l’ONG internazionale, che viene utilizzata dalla NATO, per fornire legittimità alla sovversione, ai crimini contro la pace, ai crimini di guerra e ai crimini contro l’umanità, che sono l’antitesi della propria stessa carta .
Agli occhi dell’autore, e io credo agli occhi della stragrande maggioranza delle persone che hanno la capacità di informarsi, le Nazioni Unite hanno completamente perso ogni residuo della loro credibilità.
La domanda è: cosa viene dopo? Come stabilire una comunità internazionale vera e proprio giusta, equa, basata sull’uguaglianza che possa garantire che abusi come in Libia e la guerra segreta della NATO in Siria cessino di esistere come opzioni praticabili per i custodi degli imperi, che possono uccidere impunemente. Le iniziative dell’ex primo ministro malese Dr. Tun Mahatir Mohamad per un movimento mondiale per criminalizzare la guerra potrebbe essere una valida strada da percorrere, a patto che siano supportate da giocatori importanti come Russia, Cina, Brasile, La Lega Araba, l’ASEAN (Association of Southeast Asian Nations).

Dr. Christof Lehmann

Fonte: http://nsnbc.wordpress.com/2011/09/23/libya-strategy-changes-yield-results-amidst-disaster/

About these ads