Tag

, , , , , ,

  • Il Qatar ha inviato un aereo con 6 camion carichi di armi e munizioni per i mercenari che cercano di entrare in Libia nella parte occidentale del paese da Montes Nafusa.
  • Attacco terrorista contro un porto di pesca a Zliten

  • La Mauritania ha detto di non accettare il CNT in qualità di legale rappresentante della Libia. Il Presidente della Mauritania ha detto che il suo Paese è pronto ad assistere il processo di pace in Libia. La Mauritania è oggi leader dell’Unione africana. La Libia ringrazia.
  • La tribù di Alabedat  del defunto generale Yunis è furiosa con il leader dei “ribelli armati”, perché dice di avere un video dell’uccisione di Younis e che la renderanno pubblica. La tribù è sempre più convinta che dietro l’uccisione ci sia il CNT.
  • L’Algeria ha detto che agli Usa e alla Francia che è allerta e che non osino toccare il suo denaro.
  • Bengasi: scontri nel quartiere di Alguarsha tra mercenari e persone di Bengasi che sostengono il legittimo governo libico.
  • Ijdabiya: scontri tra un gruppo di mercenari e la tribù di Abuzaraib Almagarba. Nei combattimenti hanno ucciso un mercenario.
  • Tribù di Yunes è stata riunita a Tobruk per coordinare le azioni e studiare la situazione. Jibril ha detto che si rivolgano alla legge per denunciare gli autori della morte di Yunes. Ma la tribù dice che in nessun modo ricorrerá alla legge del CNT visto che hanno partecipato al suo assassinio.
  • Halifa Ahafter, comandante dell’ esercito di mercenari e nemico di Yunis sembra essere anche lui dietro l’uccisione di Younis. Halifa deve affrontare i mercenari di Al Qaeda che gli hanno promesso che sarà decapitato e secondo alcune fonti in attesa di ulteriore conferma sarebbe scappato a Misratah.
  • Ieri Alaqi  mentre stava tenendo un incontro con il resto del CNT ha avuto un ictus cerebrale.
  • La Francia si mostra sempre più preoccupata perché ha perso il controllo di Al Qaeda nell’Africa occidentale  in Mali, Libia, Mauritania, Marocco e il traffico d’armi in tali paesi minaccia di allargarsi permettendo ad Al Quaeda di continuare ad allargare la sua base d’appoggio. Gli interessi della Francia in quei paesi stanno per correre dei seri rischi di destabilizzazione.
  • Zliten, pochi giorni fa il governo libico ha portato i giornalisti a Zliten dopo i bombardamenti della NATO e il  massacro di civili. La Libia ritiene che alcuni dei giornalisti abbiano dato le coordinate gps alla Nato per bombardare alcuni luoghi che la NATO  stessa ha bombardato solo dopo che vi erano stati i giornalisti.
  • Un gruppo di mercenari di Al Qaeda si preparava a incontrarsi con altre cellule del sud Algeria e del Mali. L’esercito algerino li ha affrontati e ne ha ucciso diversi.
  • Ieri c’è stato un incontro presso il Tibesti Hotel Bengasi tra Francia, Qatar e i ribelli armati con scontri dialettici pesanti perché un sacco di denaro sarebbe scomparso.
  • Questa mattina circa 2:00 c’è stata una grande manifestazione a Tripoli, ad Altrebi a sostegno del governo libico. Il motivo di questa manifestazione è perché è stato catturato un ribelle che ha gettato una bomba a mano in uno dei negozi e tre persone sono morte.
  • Nelle giornate scorse a causa del bombardamento NATO su alcuni generatori le comunicazioni internet hanno avuto un blackout completo.
  • Un altro punto molto importante che non è conosciuto al di fuori è che c’è una nuova costituzione quasi terminata per il legittimo governo della Libia. “Ci siamo seduti con lo sceicco Ali Mohammed Alahwel, il capo di tutte le tribù, Mercoledì sera. Ha tenuto in mano la nuova costituzione” – ha affermato Dr. Khaled nella conferenza stampa sulla Convenzione Libica di tutte le tribù.

https://www.transferbigfiles.com/738e0a3c-5333-f31e-fc0e-769f7723e8a1?rid=djwHawFLG4juM4sdUbBIMA%3d%3d

  • Ieri sera aerei della NATO sono entrati nello spazio aereo per bombardare la Libia a Lajelat ovest del paese. Si tratta di un’area completamente controllata dal  governo legittimo della Libia. Hanno bombardato un posto di blocco e ucciso persone che erano in esso.
  • I mercenari che sono in Nafusa sulle montagne hanno avuto una disputa tra loro e circa 30 mercenari sono morti perché erano stati dati soldi per fare un rifugio dove dormisse mercenari del Qatar. Tutti volevano “gestire” questo denaro.
  • La NATO sta ora avendo problemi maggiori in questo settore (est) e attualmente sta portando truppe in Tunisia per cercare di arrivare al Monte Nafusa.