• Discorso di Aisha Kaddafi alla Raai TV
    [23.09.11] trad. da testo inglese di levred

Al grande popolo della Libia,

Io ti saluto.

Non vi dirò che la vittoria si avvicina, ma che viviamo ogni giorno vittoriosi per gli ultimi 8 mesi e abbiamo messo in fila una vittoria che non è mai stata testimoniata nella storia.

40 paesi, con i loro attacchi con aerei, missili e tecnologie aeree e marittime e utilizzando i loro agenti sul terreno. E il popolo libico sta ancora resistendo e combattendo. Mi congratulo con questi eroi e mi congratulo con tutto il popolo libico, insieme al vostro Grande Leader, al quale porto sollievo per voi e vi informo che sta bene. Egli sta bene, grazie a Dio, ed è anche fedele a Dio e rimane di buon umore. Egli porta un’arma e sta combattendo sul campo di battaglia con i suoi figli, fianco a fianco con i combattenti libici. Si tratta di Muammar Gheddafi, che mette se stesso avanti per diventare un combattente e un martire con i suoi figli.

Confronta questo spettacolo con quello del Qatar con il principe che si presenta e propone un principe ereditario che piange come una bambina perché sono stati concessi la Coppa del Mondo 12 anni fa.

Questo dà a voi (libici) il diritto di essere fieri del vostro capo!

Vergogna e disonore ai leader arabi che sono stati influenzati e hanno partecipato al massacro del popolo libico. Ed è un peccato che le nazioni arabe siano state testimoni di questo massacro per 8 mesi e non si siano ritratte, né si siano alzate in piedi e rivoltate contro di esso.

Ma chiamo i leoni di Tripoli, i leoni di Tarhouna, le aquile di Wershifanna, e i leoni di Assabia e Mashaseeya e Arshaydat e Ajaylat e Awayell e i Leoni della città antica di Sabha, e i leoni della Sirte, Abusleem e El -Hadhba (Tutte le tribù in Libia) e tutti gli eroi di Tripoli, coloro che resistono. E tutti i combattenti libici da ovest a sud.

Vi chiamo e “vi chiamo , vi chiamo,  vi chiamo”!
(Citava alla maniera di un’eroina femminile musulmana che si diceva una volta fosse stata raffigurata nelle antiche battaglie islamiche)
Unitevi! Perseverate! Abbiate pazienza! Protestate! Dio santo misericordioso disse: “Se ci sono 100 che perseverano pazienti, essi ne sconfiggeranno 200 e se ce ne sono 1000, ne sconfiggeranno 2000 e Dio è con coloro che perseverano e hanno pazienza.” – Citazione dal Corano.


Per il silenzio, dirò a loro. Che cosa hanno da dire su l’umiliazione che è il nuovo regime, che tipo di regime è questo? Si tratta di volti familiari, che voi conoscete molto bene.
A partire da ABUSHENNA (Mustafa Abdul Jalil) che ha dato la sua fedeltà e obbedienza a mio padre e lo ha tradito.
Mahmoud Jibril che ha dato la sua lealtà e obbedienza a mio fratello Saif El-Islam e lo ha tradito.
Shalgam è stato fedele per 40 anni e ha tradito. Trekki, l’idiota, è stato leale e obbediente per 40 anni e ha tradito.
Ghogha era il capitano degli avvocati, leale, e ha tradito.
Bilhadj che ha fatto un giuramento e garantito [lealtà] e lo ha infranto. Altri, tra gli altri esistono. Tutte queste persone hanno tradito e hanno infranto i loro giuramenti che avevano dato prima, chi dice che non infrangeranno i giuramenti e le promesse [fatte] a voi?

E per i ribelli della NATO, se avete buon senso e logica da usare …. La NATO, che quando voleva invadere l’Afghanistan e in Iraq, ha fatto sbarcare truppe a terra, perché non poteva trovare nessun traditore che fosse disposto a prendere le armi contro i propri connazionali. Purtroppo, hanno trovato queste persone in Libia, che avrebbero preso le armi contro i loro confratelli libici. È per questo che voglio dire non c’è dio ma Dio, e Muhammad è il messaggero di Dio.. Abbiate fede in Dio (Allah), Credete in Dio (Allah). Dio (Allah) è tutto quello che serve. Egli è il migliore guardiano.

Infine, vorrei citare mio fratello, al quale quando gli ho chiesto di stare attento e badare a se stesso in prima linea con i suoi fratelli …. Non dimenticherò mai le sue parole:

“Farò UN SENTIERO CON I NOSTRI CORPI IN MODO CHE IL POPOLO DELLA LIBIA possa camminare su di essi fino alla vittoria.”

Per gli eroi della Libia, non deludete i nostri martiri. Vendicateli, vendicateli, vendicateli!

“La vittoria verrà, solo un’ora di pazienza.”

Aisha Kaddafi

Fonte testo inglese: http://libya360.wordpress.com/2011/09/23/aisha-gaddafi-september-21-2011/