• “Libya’s Intifada” – 14.10.2011 – “Libyan Uprising”
    [14.10.2011]  di GilGuySparks


Durante la notte si è diffusa la notizia in attesa di conferma o smentita della scomparsa da Tripoli dell’ambasciatore statunitense e di un alto comandante dei mercenari che sarebbe scomparso già da alcuni giorni. La notizia della cattura dell’ambasciatore americano da parte delle forze della resistenza sarebbe stata annunciata dal portavoce della Jamahiriya, Ibrahim Moussa e lanciata anche dalla CNN dopo la mezzanotte.
http://resistencialibia.info/?p=1462
http://ozyism.blogspot.com/2011/10/us-ambassador-missing-in-tripoli.html
http://libyasos.blogspot.com/p/news.html

[ore 1:57 a.m.] Tripoli – La tribù verde Wershfana ha liberato tutti i prigionieri da Jadim.
[ore 1:27 a.m.] Duri scontri durano da diverso tempo all’aeroporto di Benghasi.

Escalation della sollevazione libica: tutta l’area che va da Tripoli alla Tunisia è caratterizzata da diffuse sollevazioni della resistenza.
Sabratha è stata liberata dai ribelli golpisti della NATO.
[ore 1:10 a.m.] Si registrano scontri nella notte tra il 14 e il 15 ottobre a Tripoli nella zona dell’aeroporto e della base navale, nei dintorni del Rixos Hotel, al military camp 77, a Salah Eddin, a ben Gashir, nei pressi della Piazza Verde e di Bab Azizya.
Pesanti combattimenti attorno alle ambasciate di Italia, Francia e Usa.

Confermata la notizia del ritiro dell’offensiva su Sirte (per il momento); voci in attesa di conferma spiegano il fatto con la necessità di far pervenire urgentemente rinforzi a Tripoli, dove la situazione appare sempre più fuori controllo.
Nessun esponente del CNT appare pubblicamente, nè a Tripoli nè a Benghasi.
La resistenza libica ha messo una taglia di 500.000 dollari per la cattura di ogni esponente del CNT.
Anche il CNT ammette di aver perso Gharian, cittadina a 100 km a sud di Tripoli.

____________________

Secondo Alexander Grigoriev del sito Argumenti.ru, vicino ai servizi segreti della Russia, è confermato da osservatori dei loro servizi, sul suolo della Libia per seguire l’evoluzione del conflitto libico, Saif al Islam Gheddafi è a capo dell’intifada a Tripoli, nella giornata odierna era già all’interno della città per guidare di persona la sollevazione popolare della resistenza; assieme a lui vi sono numerosi combattenti della tribù libica WershaFana.

http://news.argumenti.ru/world/2011/10/130282?type=all#fulltext
____________________

ALGERIA ISP / Secondo Zangtena, il sito della resistenza libica, la settima unità dell’organizzazione combattente Bomeniar delle cellule rivoluzionarie dell’esercito ha lanciato un attacco con armi portatili e RPG ad un convoglio armato di ribelli partito da Bengasi per Ajdabiya. L’operazione è stata breve e ha portato alla distruzione di tre veicoli blindati.

http://www.algeria-isp.com/depeches/politique-libye/201110-D1469/libye-attaque-armee-benghazi-7eme-cellule-combat-organisation-bomeniar-des-cellules-revolutionnaires.html

____________________


____________________

ALGERIA ISP / Secondo Zangtena, cecchini ribelli rinnegati sono posizionati sugli edifici in via Omar al-Mukhtar a tripoli. Vogliono impedire la rivoluzione del 14 ottobre 2011. I libici a Tripoli sono determinati ad uscire, nonostante tutte le minacce. La bandiera verde è già su alcune case e scuole.

http://www.algeria-isp.com/depeches/politique-libye/201110-D1471/libye-des-snipers-des-rebelles-positionnent-sur-les-immeubles-rue-omar-moukhtar-tripoli.html

____________________

ALGERIA ISP / Secondo Zangtena nella regione di Chbika e di El Afrane della cittadina di Al Ajilate, i cittadini hanno organizzato una manifestazione pacifica per la rivolta popolare in Libia. Hanno sollevato la bandiera verde della Libia e immagini del leader libico e hanno chiesto il ritorno di Gheddafi.
Ora i ribelli sono preparati con armi pesanti e carri armati.
Non si ulteriori notizie.

http://www.algeria-isp.com/depeches/politique-libye/201110-D1475/libye-les-soulevement-population-aejilate-octobre-20111.html

____________________

ALGERIA ISP / Secondo Zangtena i combattenti della resistenza libica hanno attaccato una caserma di carri armati a El Hadaba.
Testimoni hanno detto che ci sono state diverse esplosioni e un incendio nella caserma. Più di otto camion dei pompieri sono giunti sul luogo dell’operazione, a dimostrazione dell’entità del bombardamento della caserma.

http://www.algeria-isp.com/depeches/politique-libye/201110-D1477/libye-les-combattants-resistance-libyenne-bombarde-une-caserne-hadaba-verte.html

____________________

ALGERIA ISP / Secondo Zangtena il fronte di salvezza della resistenza di Misurata colpisce duro nel sud di Misurata e un elicottero esplode a est della città.
Il fronte di salvezza della resistenza bombarda le posizioni dei ribelli a Misurata con mortai a sud della città, in particolare nella zona di Elsoukt e di Abdel Raouf.
Sono persino riusciti ad abbattere un elicottero nella parte orientale di Elhadid wa Solb.
Decine di ribelli morti e feriti e grandi perdite di pickup armati ed equipaggiamenti militari.

http://www.algeria-isp.com/depeches/politique-libye/201110-D1476/libye-front-salut-resistance-misrata-frappe-fort-sud-misrata-explose-helicoptere-est-ville.html

____________________

ALGERIA ISP / Secondo Zangtena si registrano  scontri tra i combattenti della resistenza libica e ribelli nella regione Eldribi e Hay El Islami Ain Zara nella cittadina di Ghat.

http://www.algeria-isp.com/depeches/politique-libye/201110-D1470/libye-soulevement-populaire-commence-ghote.html

____________________

ALGERIA ISP / Secondo Zangtena i combattenti della resistenza libica sono stati in grado di far saltare il campo militare dei ribelli a Khoms e ciò ha provocato un incendio in quel momento.

http://www.algeria-isp.com/depeches/politique-libye/201110-D1472/libye-des-nouvelles-intifada-octobre-khomse.html

____________________

Tripoli – Altre conferme giungono dellabbattimento nella giornata di oggi 14 ottobre di un elicottero Chinook CH-47G con 44 agenti NATO, tutti deceduti. Dopo l’abbattimento dell’elicottero, sopra il cielo di Tripoli gli elicotteri sorvolavano l’abitato a quote molto più elevate, temendo ulteriori abbattimenti.

_______________________________________________________________________

– Dalle 00:00 di oggi 14 ottobre 2011 è partita la sollevazione dell’intera Libia contro la Nato genocida e i suoi degni alleati e complici, Alqaeda e CNT (Consiglio Nazionale di Transizione) che in Libia sono ormai un’unica entità mortifera.
Le prime ore del mattino sono state di relativa calma, già alle 6:00 a.m. si registravano scontri in varie parti del paese. Dimostrazioni confermate da vari testimoni oculari riferiscono di dimostrazioni a Tripoli, Benghasi, Zahawiah, Ghadames; dura controffensiva delle forze lealiste a Sabha e a Sirte.

Tripoli – Abu Salim è completamente nelle mani della resistenza; sono stati segnalati violenti scontri in tutti quartieri della città.

Violente esplosioni e raffiche di armi da fuoco nei quartieri di Zwara, Janjour di Tojoura, Salehadeen
– Diverse testimonianze convergono sul fatto che le tribù di Madjer e Zliten si sono dirette verso Tripoli per liberarla dai mercenari della NATO.
Le tribù Rishvana hanno circondato Tripoli da sud e dalla parte occidentale e impediscono l’ingresso da Jerdan.
Secondo il Dr_Ch_Lehmann a Tripoli la tribù Wersha Fana è entrata a Tripoli con un gran numero di combattenti e Saif Al-Islam sarebbe nella periferia della capitale alla testa di altre unità della resistenza, è atteso nella tarda giornata di oggi nella città di Tripoli.
Il battaglione “Thunder” sarebbe entrato a Tripoli.

– Rivolta nel sud della Tunisia contro il CNT; tunisini inferociti per l’uccisione di un loro connazionale da parte dei ribelli golpisti del CNT che avevano anche bruciato una bandiera della Tunisia sul suolo tunisino sono stati colpiti da forze tunisine;  25 auto dei ribelli del CNT sono state date alle fiamme.

– Un convoglio dei ribelli che si dirigeva da Bengasi ad Ajdabiya è stato attaccato dalla resistenza libica e sono stati fatti saltare 4 blindati e i suoi occupanti.


TRIPOLI OGGI 14.10.2011 INTIFADA DAY  BEGIN IN ABU SALIM


– Oggi a Tripoli le dimostrazioni di massa della popolazione contro le milizie fascisto-islamiste dei ribelli e contro la NATO sono state disperse con l’impiego di bombardamenti, fino a che il fumo denso e nero che è scaturito da numerosi incendi divampati in numerosi quartieri della capitale ha reso impossibile all’aviazione genocida della NATO di poter colpire senza scrupolo i civili che manifestavano la loro protesta. Alle dimostrazioni, represse con bombardamenti, sono seguiti attacchi alle postazioni ribelli con l’uso di lanciarazzi, molotov rudimentali e imboscate.
Il CNT ha dispiegato sui tetti del centro diversi cecchini con l’ordine di sparare sui dimostranti.
L’operazione di deratizzazione della città di Tripoli, da parte dei partigiani libici, continuerà anche durante le ore notturne; operazioni sono tutt’ora in corso.

Sirte – Forze speciali della NATO stanno intrappolate a Sirte asserragliate in un Commissariato. Sono circondati e sotto il controllo dei difensori di Sirte.
Testimoni da Sirte riferiscono per telefono che i ribelli stanno inviando sulla linea del fronte dei ragazzini che vengono arrestati dalla resistenza che dichiara che non sanno neppure dove si trovano.
pic.twitter.com/4ehFbgb5

Badr Intifada


Annunci