I libici perdono la testa per la democrazia occidentale
[12.11.2011]

Video registrato il giorno di Eid al-Adha عيدالأضحى  Festa del sacrificio, Al-Qaeda in Libya festeggia a suo modo  i “giorni della letizia”, macellando, anziché pecore o montoni, lealisti verdi della città di Sirte.
In teoria, nel giorno della ʿīd al-aḍḥā, i musulmani sacrificano come Abramo un animale – detti uḍḥiya (arabo: أضحية‎) o qurbānī – che, secondo la sharīʿa, deve essere fisicamente integro e adulto e può essere soltanto un ovino, un caprino, un bovino o un camelide, negli ultimi due casi è possibile sacrificare un animale per conto di più persone, fino a sette. Al-Qaeda grazie al sostegno delle potenze occidentali della Nato ha ripristinato i sacrifici umani, istruendo i suoi combattenti ad una compiaciuta ostentazione di una cieca e barbara violenza.
Sembra confermata la notizia (illustrata nella carta in basso) secondo cui Al-Qaeda nel Magreb avrebbe formato un’enclave islamista nella parte sud orientale* della Libia, oltre a controllare numerose zone del nord libico.

[*El enclave del sur están recibiendo apoyos de las facciones itinerantes de Al-Qaeda en el Magreb, concretamente, del Batallón de los hombres emnascarados, esto es, del emir del «Emirato Islámico del Desierto», los mismos de al-Qaeda en el Magreb, que secuestraron a los españoles.]

https://gilguysparks.files.wordpress.com/2011/11/who-control-libya.jpg

_________________________________________________________________________________