• La Russia sta per intraprendere azioni ulteriori in risposta ai missili americani

Agenzia Informazioni Russa Novosti
5 dicembre 2011 (trad. di Levred per GilGuySparks)

La Russia spera ancora di convincere gli Stati Uniti a non agire unilateralmente per lo sviluppo della difesa antimissile per l’Europa. Al tempo stesso, è pronta a rispondere a qualsiasi schema unilaterale americano BMD (Ballistic Missile Defence), migliorando la protezione dei suoi siti strategici, con la distribuzione di missili che penetrano facilmente le difese missilistiche e posizionando armi vicino al suo confine occidentale e meridionale che è in grado di distruggere ABM ostile.

Il presidente Medvedev ha parlato ai suoi sostenitori in una riunione fuori Mosca lunedì. Ha detto che la sua dichiarazione sulla questione il 23 novembre ha ricevuto un enorme sostegno interno.

http://english.ruvr.ru/2011/12/05/61602504.html


**************************************************************************

  • Russia determined to respond to US ABM plans – Medvedev

Dec 5, 2011

Russia still hopes to persuade the United States not to act unilaterally in developing missile defenses for Europe. At the same time, it is prepared to respond to any unilateral American ABM scheme by improving the protection of its strategic sites, deploying missiles that easily penetrate missile defenses and positioning weaponry near its western and southern borders that is capable of destroying hostile ABMs.

President Medvedev spoke about this to his supporters at a meeting outside Moscow Monday. He said his statement on the matter on November 23rd has received overwhelming domestic support.

http://english.ruvr.ru/2011/12/05/61602504.html

_______________________________________________________________________________

  • Medvedev ‘lancia una bomba’ sulla difesa missilistica

5 dicembre 2011

di Robert Bridges (trad. di Levred per GilGuySparks)

Il presidente Dmitry Medvedev ha fornito qualche chiave interna nella corsa all’elezioni parlamentari, che ha visto Russia Unita mantenere la sua posizione di maggioranza nella Duma di Stato.

Parlando dei piani degli Stati Uniti di costruire un sistema di difesa missilistica in Europa orientale, un progetto che rischia di degenerare in un’altra corsa agli armamenti, Medvedev ha detto che i suoi avvertimenti più recenti su questo progetto non avevano alcun legame con la campagna elettorale, come alcuni critici in patria e all’estero avevano suggerito .

“Non appena ho fatto la dichiarazione, ho sentito delle voci che avevo fatto la dichiarazione per rafforzare la posizione di Russia Unita, prima delle elezioni e la mia posizione durante il periodo della transizione al potere”, il leader russo lo ha detto ai suoi sostenitori a Gorki, la residenza presidenziale nei sobborghi di Mosca.

“Vorrei dire ancora una volta, ora che l’elezione è finita – si trattava di una affermazione assolutamente cosciente. Non volevo farla per molto tempo, ma ho dovuto farla alla fine,” ha detto.

Il mese scorso, Medvedev ha avvertito le potenze occidentali che la Russia avrebbe fortificato le sue frontiere con missili balistici Iskander a meno che un compromesso non fosse raggiunto sul progetto europeo di difesa antimissile, che Mosca vede come una minaccia diretta alla sua sicurezza nazionale. Gli Stati Uniti e la NATO hanno esitato sulla questione della partecipazione della Russia al progetto a lungo termine, a pochi chilometri dal confine russo.

Il Presidente ha sottolineato che i suoi commenti sono stati molto ben accolti dal pubblico russo, che è anche cominciando a esprimere preoccupazione per il comportamento irrazionale degli Stati Uniti e della NATO negli ultimi tempi.

“Non so come possa essere interpretata, ma voglio dire una cosa semplice, che porta ad una conclusione semplice: non avevo visto tale unanimità per quanto riguarda la posizione del presidente da lungo tempo”, ha detto Medvedev.

“Tutti – la sinistra, la destra, il giovane e il vecchio – ci chiedono di essere fermi. C’è una tale domanda “.

Medvedev ha fatto il suo commento dopo un discorso di Dmitry Rogozin, rappresentante permanente russo presso la NATO, membro del comitato dei sostenitori del presidente.

“Allora, cosa dobbiamo fare,” il presidente ha chiesto Rogozin in un commento ironico per metà. “Vogliamo lanciare una bomba o no?”

http://rt.com/politics/medvedev-missile-defense-us-elections-gorki-071/

**********************************************************************

Medvedev ‘drops a bomb’ on missile defense

05 December, 2011

President Dmitry Medvedev provided some key insights into the run-up to the parliamentary elections, which saw United Russia retain its majority position in the State Duma.

Speaking on US plans to build a missile defense system in Eastern Europe, a project that threatens to escalate into another arms race, Medvedev said that his most recent warnings on the project had no connection to the electoral campaign as some critics at home and abroad suggested.

“As soon as I made the statement, I heard rumors it was made to strengthen the position of United Russia before the election and my own position during the period of the transition in power,” the Russian leader told his supporters in Gorki, the presidential residence in the suburbs of Moscow.

“I would like to say again now that the election is over – this was an absolutely conscious statement. I did not want to make it for a long time, but I had to make it in the end,” he said.

Last month, Medvedev warned the western powers that Russia would fortify its borders with Iskander ballistic missiles unless a compromise is reached on the European missile defense project, which Moscow views as a direct threat to its national security. The US and NATO have balked on the question of Russia’s participation in the long-term project, just miles from the Russian border.

The President stressed that his comments were very well received by the Russian public, who is also beginning to express alarm at the irrational behavior of the United States and NATO of late.

“I do not know how it may be interpreted, but I want to say one simple thing that leads to one simple conclusion: I have not seen such unanimity regarding the president’s position for a long time,” Medvedev said. “Everyone – the left, the right, the young and the old – want us to be firm. There is such a demand.”

Medvedev made his comment after a speech by Dmitry Rogozin, Russia’s Permanent Representative to NATO, a member of the committee of the president’s supporters.

“So what shall we do,” the president asked Rogozin in a tongue-in-cheek comment. “Shall we drop a bomb or not?”

http://rt.com/politics/medvedev-missile-defense-us-elections-gorki-071/

____________________________________________________________________________