Tag

, , ,

  • Pakistan: L’attacco della Nato è stato deliberato, parte di un ‘complotto’
    [08.12.2011] trad. di Vera Zasulich per GilGuySparks

ISLAMABAD: Il Direttore Generale Operazioni Militari (DGMO) il generale Ashfaq Nadeem ha detto giovedì che l’attacco del 26 novembre al posto di controllo di Salala è stato un atto deliberato e parte di un ‘complotto’, lo ha riferito DawnNews.

In un briefing del Comitato Permanente del Senato per la difesa che si è riunito ad Islamabad sotto la presidenza di Javed Ashraf Qazi, Nadeem ha detto che l’attacco è stato condotto da forze speciali Usa, mentre la Nato non avrebbe alcun controllo su di loro in Afghanistan.

Ha detto che funzionari della Nato hanno ingannato l’ufficiale pakistano in servizio presso il centro di coordinamento, dandogli informazioni errate circa la posizione dell’operazione.

Il DGMO ha detto ulteriormente che l’attacco è stato premeditato e mirava a rafforzare i Talebani, perché i due posti di controllo attaccati erano stati costruiti per frenare l’infiltrazione di militanti e avevano servito lo scopo in modo efficace.

Ha detto che i terroristi non arrivano mai fino in alta quota e si nascondono sempre all’interno di fossi e crepe.

Le forze di sicurezza sono state trasferite dopo la ricostruzione dei posti di controllo di Valcano e Bolder, ha detto il Gen. Magg. delle forze pakistane, non ci si può permettere di lasciare l’area vacante, ha aggiunto.

Anche funzionari dell’ufficio esteri e del ministero della Difesa erano presenti durante il briefing.

http://www.dawn.com/2011/12/08/nato-strike-was-deliberate-part-of-%E2%80%98plot%E2%80%99-dgmo.html
Islamabad – Il Comitato Permanente per la difesa è stato informato sull’attacco aereo della Nato giovedi 8 dicembre 2011

************************************************************************

  • Nato strike was deliberate, part of ‘plot’: DGMO

[08.12.2011]

ISLAMABAD: Director General Military Operations (DGMO) Major General Ashfaq Nadeem on Thursday said November 26 attack on Salala check post was a deliberate act and part of a ‘plot,’ DawnNews reported.

Briefing the Senate Standing Committee on Defence which met here under the chairmanship of Javed Ashraf Qazi, Nadeem said the attack was conducted by US Special Forces as Nato has no control over them in Afghanistan.

He said Nato officials deceived the Pakistani officer on duty at the coordination centre by giving him wrong information about the location of the operation.

The DGMO further said the attack was pre-planned and was aimed to strengthen the Taliban because the two check posts attacked were built to curb militants’ infiltration and had been serving the purpose effectively.

He said terrorists never come up on mountain peaks and always hide inside ditches and cracks.

The security forces have been redeployed after rebuilding the Valcano and Bolder check posts, said the Maj. Gen. Pakistani forces can not afford to leave the area vacant, he added.

Officials of Foreign office and ministry of defence were also present during the briefing.

http://www.dawn.com/2011/12/08/nato-strike-was-deliberate-part-of-%E2%80%98plot%E2%80%99-dgmo.html

_________________________________________________________________________

  • Pakistan: 30 camion cisterna carichi di petrolio della NATO distrutti in attacco missilistico[09.12.2011] trad. di Vera Zasulich per GilGuySparks

ISLAMABAD: almeno 30 camion cisterna e i loro container appartenenti alla NATO sono stati dati alle fiamme a seguito di un attacco missilistico su un terminal di container nei pressi di Quetta nel Pakistan sudoccidentale nella notte di giovedì, lo ha riferito PTV, una televisione governativa in Pakistan.

Secondo i rapporti dei media locali, alcuni sconosciuti hanno attaccato un terminal di container privato con razzi nella zona di Kharot Abad, un posto vicino alla parte ovest di Quetta, capoluogo della provincia del Balochistan nel sud-ovest del Pakistan.

Oltre 35 camion cisterna e container della NATO risultavano parcheggiati al terminal quando è avvenuto l’attacco, è stato riferito dai media locali, aggiungendo che all’attacco con razzi è seguita anche una una sparatoria.

Nessuno è stato ucciso o ferito durante l’attacco, ma molti le petroliere della NATO e dei contenitori ha preso fuoco dopo l’attacco, ha detto che i rapporti.

Sei pompieri sono stati spediti al sito dopo che l’attacco è stato segnalato. Tuttavia, i vigili del fuoco non sono stati in grado di riportare il grande incendio sotto controllo, hanno detto i rapporti.

Nessun gruppo ha ancora rivendicato la responsabilità dell’attacco.

L’attacco di giovedi notte ai convogli di rifornimento della NATO è il più grave del suo genere nel paese dopo che il 26 novembre la NATO ha colpito lungo la frontiera due posti di blocco di confine dell’esercito in Pakistan. Migliaia di convogli di rifornimento della NATO sono stati bloccati in Pakistan, dopo la decisione del governo pakistano di bloccare le linee di rifornimento della Nato attraverso il Pakistan, come rappresaglia per l’attacco aereo della NATO che ha ucciso 24 soldati pachistani e ferito altri 13.

http://news.xinhuanet.com/english/world/2011-12/09/c_122398677.htm

Pakistan policemen look at the burning NATO supply oil tankers and goods trucks at a terminal in Quetta, southwest Pakistan, on Dec. 8, 2011. At least 30 NATO oil tankers caught fire following a rocket attack on an oil tanker terminal here on Thursday, reported local Urdu TV Express.

http://www.globaltimes.cn/NEWS/tabid/99/ID/687872/30-NATO-oil-tankers-torched-in-rocket-attack-in-SW-Pakistan.aspx

*****************************************************************************

  • 30 NATO oil tankers torched in rocket attack in SW Pakistan

Xinhua | December 09, 2011

At least 30 NATO oil tankers and containers were torched following a rocket attack on a container terminal near Quetta of southwestern Pakistan on Thursday night, reported PTV, a government-run television in Pakistan.

According to the local media reports, some unknown people attacked a private container terminal with rockets at the Kharot Abad area, a place close to the west of Quetta, capital of Balochistan province in southwestern Pakistan.

More than 35 NATO oil tankers and containers were parked at the terminal when the attack occurred, said local media reports, adding that firing also followed the rocket attack.

No one was killed or injured in the attack, but many NATO oil tankers and containers caught fire following the attack, said the reports.

Six fire engines have been dispatched to the site after the attack was reported. However, fire fighters were unable to bring the huge fire under control, said the reports.

No group has claimed the responsibility for the attack yet.

Thursday night’s attack on NATO supply convoys is the most serious of its kind in the country since the Nov. 26 NATO cross- border strike at two army border checkpoints in Pakistan. Thousands of NATO supply convoys have been stranded in Pakistan following the Pakistani government’s decision to block the NATO supply lines via Pakistan in retaliation for the NATO air strike which killed 24 Pakistani troops and wounded 13 others.

http://www.globaltimes.cn/NEWS/tabid/99/ID/687872/30-NATO-oil-tankers-torched-in-rocket-attack-in-SW-Pakistan.aspx

Smoke and flame rise from NATO supply oil tankers and goods trucks at a terminal following an attack by gunmen in Quetta, Pakistan. Up to 20 trucks were ablaze after a rocket attack on a NATO trucking terminal in Quetta, the capital of the southwestern Pakistani province of Baluchistan, officials said.

_____________________________________________________________________