Tag

, ,

  • La Marina russa in Siria: spina nel fianco degli Stati Uniti

[21.12.2011] trad. di Levred per GilGuySparks

La società di intelligence Stratfor con base negli Stati Uniti dice che la maggior parte delle richieste da parte dell’opposizione siriana circa la gravità della crisi del paese non sono vere. L’azienda insiste che i manifestanti che protestano stanno esagerando allo scopo di ottenere l’appoggio di potenze come gli Stati Uniti.

Dr. Paul Craig Roberts, ex funzionario dell’amministrazione Reagan, ha detto a RT di credere che Washington stia dando di più di un semplice appoggio per via diplomatica ai ribelli.

Gli Stati Uniti sono audaci nel fomentare l’opposizione e nell’armarla. Hanno usato la copertura della primavera araba e le proteste arabe come hanno fatto in Libia “, ha detto. “Queste non sono proteste spontanee, e certamente in uno stato autoritario come la Siria non si sarebbero trovate persone all’opposizione in grado di rifornirsi prontamente di armi, con armi militari“.

Inoltre, ha continuato Roberts, non ha senso per i siriani comuni creare un’opportunità per il paese di essere distrutto come la Libia, l’Iraq, o l’Afghanistan.

Ciò che è in gioco qui, è che i russi hanno una base navale in Siria, e gli americani non vogliono una presenza navale russa nel Mediterraneo. E, proprio come in Libia, il problema erano gli investimenti petroliferi cinesi. Se la Siria parte, l’Iran è nel mirino, e il Libano“, ha concluso.

http://rt.com/news/russian-syria-opposition-usa-319/

**********************************************************************

  • Russian navy in Syria: Thorn in US side

[21.12.2011]

RT – The US-based intelligence-gathering firm Stratfor says most of the claims by the Syrian opposition about the seriousness of the country’s crisis are untrue. The company insists protesters are exaggerating, to win support from powers like the US.

Dr. Paul Craig Roberts, a former Reagan administration official, told RT he believes Washington is doing more than simply backing the rebels diplomatically.

“The United States is bold in stirring up the opposition and in arming it. They used the cover of the Arab Spring and Arab protests as they did in Libya,” he said. “These are not spontaneous protests, and certainly in an authoritarian state like Syria you wouldn’t find people in opposition able to readily supply themselves with arms, with military weapons.”

Besides, Roberts continued, it makes no sense for ordinary Syrians to create an opportunity for the country to be destroyed like Libya, Iraq, or Afghanistan.

“What’s involved here is that the Russians have a naval base in Syria, and the Americans don’t want a Russian naval presence in the Mediterranean. And, just as in Libya, the problem was the Chinese oil investments. If Syria goes, Iran is in the target sites, and Lebanon,” he concluded.

http://rt.com/news/russian-syria-opposition-usa-319/

_______________________________________________________________________