Tag

, ,

  • L’economia globale potrebbe sopportare un disastro per una settimana

[06.01.2012] trad. di Vera Zasulich per GilGuySparks

Londra, 6 Gennaio (Reuters) – L’economia mondiale potrebbe resistere alla perturbazione diffusa da un grave calamità naturale o da un attacco da parte di militanti per solo una settimana, lo ha affermato venerdì un rapporto di un  think-tank britannico, Chatham House.

La frequenza delle catastrofi naturali, come eventi meteorologici estremi, sembra aumentare e la globalizzazione ha aumentato il loro impatto, ha rilevato il rapporto.

Eventi come la nube di cenere vulcanica del 2010, che lasciò a terra i voli in Europa, il terremoto e lo tsunami del Giappone e le inondazioni della Thailandia l’anno scorso, hanno mostrato che le imprese e i settori chiave possono essere gravemente influenzati se interruzioni di produzione o di trasporto vanno avanti per più di una settimana.

Una settimana sembra essere la tolleranza massima dell’economia globale”just-in-time“,” ha detto Chatham House.

L’economia del mondo è fragile attualmente, lasciandolo particolarmente vulnerabile agli shock imprevisti. Fino al 30 per cento del prodotto interno lordo dei paesi sviluppati potrebbe essere direttamente minacciato da crisi, soprattutto nei settori della produzione e del turismo, ha detto.

Si stima che lo scoppio del 2003 della sindrome respiratoria acuta grave (SARS) in Asia costò alle imprese 60 miliardi di dollari, o circa il due per cento del PIL, dell’Asia orientale, si legge nel rapporto.

Dopo lo tsunami giapponese e la crisi nucleare nel marzo dello scorso anno, la produzione industriale globale è diminuita dell’1,1 per cento il mese successivo, secondo la Banca mondiale.

La nube di cenere del 2010 costò all’Unione europea 5-10 miliardi di euro e ha spinto alcune compagnie aeree e agenzie di viaggio sull’orlo del fallimento.

In caso di interruzione continua, alcune aziende taglierebbero gli investimenti e l’occupazione o considererebbero di chiudere, determinando una riduzione permanente nella crescita dei paesi, ha detto il rapporto.

In generale, i governi e le imprese sono impreparati a rispondere a eventi ad alto impatto, imprevedibili, ha proseguito il rapporto, e potrebbe essere difficile coordinare attraverso le frontiere.

Il think-tank ha raccomandato vari modi per migliorare le risposte di governi e imprese a eventi estremi, che coprono aree come comunicazione, trasparenza, assicurazioni, investimenti, formazione, analisi di costo e impatto.

http://www.reuters.com/article/2012/01/06/disasters-economy-idUSL6E8C53VG20120106

**************************************************************************
  • Global economy could endure disaster for a week-report

Thu Jan 5, 2012 7:01pm EST

By Nina Chestney

LONDON, Jan 6 (Reuters) – The global economy could withstand widespread disruption from a major natural disaster or attack by militants for only a week, a report by UK-based think-tank Chatham House said on Friday.

The frequency of natural disasters, such as extreme weather events, appears to be increasing and globalisation has increased their impact, the report found.

Events such as the 2010 volcanic ash cloud, which grounded flights in Europe, Japan’s earthquake and tsunami and Thailand’s floods last year, showed that key sectors and businesses can be severely affected if disruption to production or transport goes on for more than a week.

“One week seems to be the maximum tolerance of the ‘just-in-time’ global economy,” Chatham House said.

The world’s economy is currently fragile, leaving it particularly vulnerable to unforeseen shocks. Up to 30 percent of developed countries’ gross domestic product could be directly threatened by crises, especially in the manufacturing and tourism sectors, it said.

It is estimated that the 2003 outbreak of severe acute respiratory syndrome (SARS) in Asia cost businesses $60 billion, or about two percent of east Asian GDP, the report said.

After the Japanese tsunami and nuclear crisis in March last year, global industrial production declined by 1.1 percent the following month, according to the World Bank.

The 2010 ash cloud cost the European Union 5-10 billion euros and pushed some airlines and travel companies to the verge of bankruptcy.

In the event of continued disruption, some businesses would cut investment and jobs or consider closing down, leading to a permanent reduction in countries’ growth, the report said.

In general, governments and businesses are under-prepared to respond to high-impact, unpredictable events, the report said, and it can be difficult to coordinate across borders.

The think-tank recommended various ways to improve responses from governments and businesses to extreme events, covering areas such as communication, transparency, insurance, investment, training, cost and impact analysis.

http://www.reuters.com/article/2012/01/06/disasters-economy-idUSL6E8C53VG20120106

_________________________________________________________________________