Tag

, , , ,

  • Russia: Reale pericolo di attacco militare statunitense contro l’Iran

Agence France-Presse
[12.01.2012] trad. di Vera Zasulich per GilGuySparks

– “Ci sono informazioni che i membri della NATO e alcuni Stati arabi del Golfo Persico, stanno agendo in linea con lo scenario visto in Libia, con l’intenzione di trasformare l’interferenza con gli affari correnti siriani in un intervento militare diretto.”

MOSCA: Il segretario del Consiglio di sicurezza russo, Nikolai Patrushev, ha avvertito, in un’intervista pubblicata giovedì, che è probabile un escalation militare in Iran, con il “rischio reale” di un attacco degli Stati Uniti.

Ha aggiunto che anche la Siria, che ha rifiutato di rompere i suoi legami con Teheran, potrebbe essere un obiettivo per l’intervento occidentale.

C’è un rischio di escalation militare del conflitto, e Israele sta spingendo gli americani verso di esso“, Patrushev lo ha detto in un’intervista pubblicata sul sito web del quotidiano Kommersant.

C’è un reale pericolo di un attacco militare statunitense contro l’Iran,” ha riferito l’alto funzionario di sicurezza russo.

Allo stato attuale, gli USA vedono l’Iran come il loro problema principale. Stanno cercando di trasformare Teheran da nemico a partner solidale e, per raggiungere questo obiettivo, di modificare l’attuale regime con qualsiasi mezzo “, ha aggiunto.

Usano sia l’embargo economico che un massiccio aiuto alle forze di opposizione“.

Patrushev ha detto che “da anni abbiamo sentito praticamente ogni settimana che gli iraniani stavano per creare una bomba atomica, (ma) ancora nessuno ha dimostrato l’esistenza della componente militare del programma nucleare iraniano“.

L’Iran ha detto mercoledì di aver prove certe che “quartieri stranieri” sono dietro l’uccisione di esperti nucleari iraniani e ha chiesto la condanna del Consiglio di Sicurezza dell’ONU per le morti.

Patrushev ha detto che l’attuale tensione sulla Siria è legata alla questione iraniana.

Vogliono punire Damasco non tanto per la repressione dell’opposizione, ma piuttosto per il suo rifiuto di rompere le relazioni con Teheran“, ha insistito.

Ci sono informazioni che i membri della NATO e alcuni Stati arabi del Golfo Persico, agendo in linea con lo scenario visto in Libia, l’intenzione di trasformare l’interferenza con gli affari correnti siriane in un intervento militare diretto.”

In questo caso, il funzionario russo ha detto, “le forze di attacco principale non saranno fornite da Francia, Gran Bretagna e Italia, ma forse dalla vicina Turchia.

Washington e Ankara potrebbero già essere al lavoro su piani per una no-fly zone per rendere in grado le unità armate dei ribelli siriani di ricostituirsi ha detto.

Gli Stati Uniti hanno dichiarato mercoledì che ridurranno il numero del personale alla loro ambasciata a Damasco …

http://www.channelnewsasia.com/stories/afp_world/view/1176281/1/.html

*******************************************************************

  • Real danger of US military strike on Iran: Russia

Agence France-Presse
January 12, 2012

-”There is information that NATO members and some Arab states of the Persian Gulf, acting in line with the scenario seen in Libya, intend to turn the current interference with Syrian affairs into a direct military intervention.”

MOSCOW: Russian Security Council secretary Nikolai Patrushev warned that military escalation is likely in Iran, with “real danger” of a US strike, in an interview published Thursday.

He added that Syria, which has refused to break its ties with Tehran, could also be a target for Western intervention.

“There is a likelihood of military escalation of the conflict, and Israel is pushing the Americans towards it,” Patrushev said in an interview published on the website of the daily Kommersant.

“There is a real danger of a US military strike on Iran,” the senior Russian security official said.

“At present, the US sees Iran as its main problem. They are trying to turn Tehran from an enemy into a supportive partner, and to achieve this, to change the current regime by whatever means,” he added.

“They use both economic embargo and massive help to the opposition forces.”

Patrushev said that “for years we have been hearing practically next week that the Iranians are going to create an atomic bomb, (but) still nobody has proved the existence of a military component of Iran’s nuclear programme.”

Iran said Wednesday it had firm evidence that “foreign quarters” were behind the killings of Iranian nuclear experts and demanded UN Security Council condemnation of the deaths.

Patrushev said the current tension over Syria was linked to the Iran issue.

“They want to punish Damascus not so much for the repression of the opposition, but rather for its refusal to break off relations with Tehran,” he insisted.

“There is information that NATO members and some Arab states of the Persian Gulf, acting in line with the scenario seen in Libya, intend to turn the current interference with Syrian affairs into a direct military intervention.”

In this instance, the Russian official said, “the main strike forces will be supplied not by France, Britain and Italy, but possibly by neighbouring Turkey.”

Washington and Ankara may already be working on plans for a no-fly zone to enable armed Syrian rebel units to build up, he said.

The United States said Wednesday it would reduce the number of staff at its embassy in Damascus…

http://www.channelnewsasia.com/stories/afp_world/view/1176281/1/.html

_____________________________________________________________________