Tag

, , , ,

  • La Siria viene punita per i legami con l’Iran

RT
12 gennaio 2012          (trad. di Levred per GilGuySparks)

La Siria sta per andare nella direzione libica con i membri della NATO che pianificano un “intervento militare diretto“, dice Nikolay Patrushev, segretario del Consiglio di Sicurezza della Russia.

I membri della NATO insieme con vari paesi arabi del Golfo Persico, che hanno agito sullo scenario libico, hanno intenzione di trasformare l’attuale interferenza mediata negli affari siriani in un intervento militare diretto“, Patrushev lo ha detto al quotidiano russo Kommersant.

Secondo il capo del corpo di sicurezza del Cremlino, questa volta Francia, Italia e Regno Unito non saranno i principali fornitori di forze d’attacco.

Lo sarà probabilmente la Turchia, che è vicina alla Siria e che fino a poco tempo fa era sua alleata. La Turchia è in competizione con l’Iran e ha grandi ambizioni“, ha detto Patrushev. “Damasco viene perseguita non esattamente per la repressione dell’opposizione, ma perché non è disposta a tagliare i legami con Teheran.

Washington e Ankara si presume ormai stiano negoziando una “no-fly zone” sulla Siria per aiutare i ribelli armati siriani, ha aggiunto Patrushev.

Clinton: “Assad è cinico in maniera agghiacciante“.

L’intervista a Patrushev arriva un giorno dopo che il presidente Bashar al-Assad ha accusato una cospirazione straniera per i disordini nel suo paese, dove secondo stime dell’ONU oltre 5.000 persone sono morte nei dieci mesi di rivolta popolare.

Noi sconfiggeremo la cospirazione, senza alcun dubbio“, ha detto Assad nella sua apparizione a sorpresa in una manifestazione pro-governativa, che ha riunito diverse migliaia di persone a Damasco. “Faremo di questa fase l’ultima della cospirazione“.

Il commento è stato duramente criticato parecchie ore più tardi dal segretario di Stato americano, Hillary Clinton. Parlando ad una conferenza stampa congiunta con il primo ministro del Qatar, Clinton ha definito le accuse di complotto “un discorso  cinico agghiacciante” e ha aggiunto gli Stati Uniti “non si può permettere al presidente Assad e al suo regime di avere l’impunità.

Il presidente Assad “sta solo cercando delle scuse, accusando i paesi stranieri, cospirazioni, così vaste che ora includono l’opposizione siriana, la comunità internazionale, tutti i media internazionali, la stessa Lega Araba“, ha detto Hillary Clinton.

Damasco non avrebbe sparato ad una manifestazione pro-governo

Nel frattempo, un giornalista straniero è stato ucciso in Siria per la prima volta dalla protesta anti-governativa che ha avuto inizio nel marzo 2011. Giovedì, la Francia ha sollecitato Damasco a fare luce sulla circostanza della morte di Gilles Jacquier.

Jacquier è stato ucciso insieme ad altre otto persone, durante un altro raduno filo-governativo nella città centrale di Homs l’11 gennaio.

L’opposizione si è affrettata a dare la colpa per l’incidente al presidente Assad. Ma Hisham Jaber, il direttore del Centro per gli Studi sul Medio Oriente, dice che il regime “avrebbe poco interesse a sparare sui suoi sostenitori“.

E’ sciocco accusare il governo siriano di questo [attentato]”, ha detto Jaber a Russia Today. “Per i comunicati stampa dell’opposizione è parte di una guerra psicologica. Ma questo non è credibile, a mio parere. “

http://rt.com/news/syria-iran-assad-clinton-657/

**********************************************************************

  • Russia: NATO Plans Reprise Of Libya Intervention In Syria

http://rt.com/news/syria-iran-assad-clinton-657/

RT
January 12, 2012

‘Syria is being punished for ties with Iran’

Syria is to go the Libyan way with NATO members planning “direct military intervention,” says Nikolay Patrushev, Russia’s Security Council secretary.

“NATO members together with several Arab countries of the Persian Gulf, acting along the Libyan scenario, are intending to turn the current mediated interference in Syrian affairs into a direct military intervention,” Patrushev told the Russian newspaper Kommersant.

According to the head of the Kremlin security body, this time France, Italy and the UK will not be major providers of attacking forces.

“It will probably be Turkey, which neighbors Syria and which till recently was its ally. Turkey is competing with Iran and has huge ambitions,” said Patrushev. “Damascus is to be persecuted not exactly for repressing the opposition, but because it is unwilling to sever ties with Tehran.”

Washington and Ankara are now assumed to be negotiating a “no-fly” zone over Syria to help Syrian armed insurgents, added Patrushev.

Clinton: Assad is “chillingly cynical”

Patrushev’s interview comes a day after President Bashar al-Assad blamed foreign conspiracy for the unrest in his country, where according to UN estimates over 5,000 people have died in the ten-month popular uprising.

“We will defeat the conspiracy, without any doubt,” said Assad in his surprise appearance at a pro-government rally, which gathered several thousands of people in Damascus. “We will make this phase the last one of the conspiracy.”

The comment was slammed several hours later by the US Secretary of State, Hillary Clinton. Talking at a joint press-conference with the Qatari prime minister, Clinton dubbed the conspiracy accusations a “chillingly cynical speech” and added the US “cannot permit President Assad and his regime to have impunity.”

President Assad “was only making excuses, blaming foreign countries, conspiracies, so vast that now it includes the Syrian opposition, the international community, all international media outlets, the Arab League itself,” said Hillary Clinton.

‘Damascus would not shoot at a pro-government rally’

Meanwhile, a foreign journalist has been killed in Syria for the first time since the anti-government protest began in March 2011. On Thursday, France urged Damascus to shed light on the circumstance of Gilles Jacquier’s death.

Jacquier was shot along with eight other people during another pro-government rally in the central city of Homs on January 11.

The opposition moved quickly to lay blame for the incident on President Assad. But Hisham Jaber, the director of the Center for Middle East Studies, says the regime “would have little interest in shooting at its supporters.”

“It is silly to accuse the Syrian government of this,” Jaber told RT. “The opposition’s news release is part of a psychological warfare. But this is not credible, in my opinion.”

http://rt.com/news/syria-iran-assad-clinton-657/

__________________________________________________________________