Tag

, , ,

  • L’Iran avverte: il prezzo del petrolio potrebbe balzare a 150 dollari dopo le sanzioni della UE (ITA-ENG)

[29.01.2012] (RIA Novosti) trad. di Levred per GilGuySparks

Mosca – Un embargo della UE sulle importazioni di petrolio dall’Iran può spingere i prezzi del petrolio mondiale a 150 dollari al barile, lo ha detto domenica il capo della compagnia statale iraniana del petrolio.
Iran's oil platform Sembra che saremo testimoni di prezzi dai 120 ai 150 dollari in futuro“, Qalehbani Ahmad, capo della National Iranian Oil Company, lo ha riferito in un’intervista all’agenzia di stampa Irna.
L’UE ha votato lunedì di vietare le importazioni di petrolio dall’Iran. La mossa è arrivata dopo che la Repubblica Islamica ha annunciato all’inizio di questo mese che aveva lanciato un programma di arricchimento nucleare in un ben protetto impianto sotterraneo nei pressi della città santa sciita di Qom.

Il programma prevede l’arricchimento al 20 per cento di livello dell’uranio che può facilmente essere trasformato in materiale fissile per testate nucleari.

L’embargo è fissato che entri in vigore in estate, ma l’Iran ha detto che potrebbe tagliare le spedizioni di greggio verso l’Europa presto.

Qalehbani ha detto che l’Iran prevede di espandere il consumo di petrolio sul mercato nazionale al posto delle vendite sui mercati internazionali. L’UE rappresenta solo il 18 per cento della produzione di petrolio iraniano.

Le nazioni occidentali sospettano che l’Iran, già sotto numerose sanzioni internazionali, persegua un programma segreto di armi nucleari, ma Teheran insiste di aver bisogno di energia nucleare esclusivamente per scopi civili.

L’Iran ha minacciato di vendicarsi bloccando lo Stretto di Hormuz, la principale via di esportazione per le forniture dal Medio Oriente.

Il Fondo Monetario Internazionale ha avvertito giovedì che le sanzioni contro l’Iran potrebbero spingere i prezzi del petrolio in alto del 20-30 percento fino a 140 dollari al barile, a meno che non entrino in funzione forniture alternative da paesi in via di sviluppo.

http://en.ria.ru/world/20120129/171014353.html

*********************************************************************

MOSCOW, January 29 (RIA Novosti)

An EU embargo on oil imports from Iran may push world oil prices to $150 per barrel, the head of Iran’s state oil company said on Sunday.

“It seems that we will witness prices from $120 to $150 in the future,” Ahmad Qalehbani, head of the National Iranian Oil Company, said in an interview with IRNA news agency.

The EU voted on Monday to ban oil imports from Iran. The move came after the Islamic Republic announced earlier this month that it had launched a nuclear enrichment program at a well-protected underground facility near the holy Shia city of Qom.

The program envisages enriching uranium to the 20-percent level, which can easily be turned into fissile warhead material.

The embargo is set to come into force in summer but Iran has said it may cut crude oil shipments to Europe early.

Qalehbani said Iran planned to expand oil consumption on the domestic market instead of sales on international markets. The EU accounts for just 18 percent of Iran’s oil output.

Western nations suspect Iran, which is already under numerous international sanctions, of pursuing a secret nuclear weapons program but Tehran insists it needs nuclear power solely for civilian purposes.

Iran has threatened to retaliate by blocking the Strait of Hormuz, the main export route for supplies from the Middle East.

The International Monetary Fund warned on Thursday that sanctions on Iran could push oil prices up 20-30 percent to $140 per barrel unless alternative supplies from developing countries came on line.

http://en.ria.ru/world/20120129/171014353.html

________________________________________________________________________________

________________________________________________________________________________