Tag

,

  • Forze speciali britanniche in Siria

Pakistan Observer
[12.02.2012] di Akhtar Jamal    trad. di Levred per GilGuySparks

Il Daily Telegraph ha riferito che l’ex terrorista libico trasformatosi in leader ribelle, Abdulhakim Belhadj, ora a capo del Consiglio militare Tripoli, “si è incontrato con i leaders dell’Esercito Libero Siriano a Istanbul e al confine con la Turchia,” dopo essere stato mandato lì da Mustafa Abdul Jalil, il presidente ad interim libico.
Belhadj è l’ex leader del Gruppo Combattente Islamico Libico (LIFG), designato come un’organizzazione terroristica dal Dipartimento di Stato americano.
Belhadj è stato catturato dalla CIA in Malesia nel 2003 ed estradato in Libia, dove il colonnello Gheddafi lo fece imprigionare.

Islamabad – Secondo un rapporto dell’organo dell’Intelligence israeliano DEBKAFile, forze speciali britanniche sono sul terreno in Siria per dirigere i combattenti ribelli in una ripetizione del modo in cui i ribelli libici sono stati aiutati nel rovesciamento del colonnello Gheddafi.

E’ stato riferito che fonti militari e d’intelligence esclusive di DEBKAfile abbiano detto che unità straniere non sono impegnate in combattimenti diretti, ma agiscono in veste di consulenti, mentre inoltrano anche le richieste per le armi al di fuori del paese.

Il rapporto sostiene che “unità operative delle forze speciali britanniche e del Qatar stanno operando con le forze ribelli sotto copertura nella città siriana di Homs, 162 chilometri da Damasco”.

Il rapporto ha suggerito che la situazione in Siria si sta sviluppando in modo quasi identico a come ribelli in Libia furono aiutati dalle forze speciali britanniche e francesi.

Il rapporto ha aggiunto che gli stessi terroristi, affiliati di Al-Qaeda, che hanno combattuto le truppe americane in Iraq e che hanno contribuito con le potenze della NATO a rovesciare il colonnello Gheddafi, sono stati trasportati in Siria per aiutare i ribelli nel tentativo di rovesciare il presidente Bashar al-Assad nel novembre dello scorso anno.

Nel frattempo il quotidiano britannico Daily Telegraph ha riferito che l’ex terrorista libico, trasformatosi in leader ribelle, Abdulhakim Belhadj, ora a capo del Consiglio militare di Tripoli, “si è incontrato con i leaders dell’Esercito Libero siriano a Istanbul e al confine con la Turchia,” dopo essere stato mandato lì da Mustafa Abdul Jalil, il presidente ad interim libico.

Belhadj è l’ex leader del Gruppo Combattente Islamico Libico (LIFG), designato come un’organizzazione terroristica dal Dipartimento di Stato americano. Belhadj è stato catturato dalla CIA in Malesia nel 2003 ed estradato in Libia, dove il colonnello Gheddafi lo fece imprigionare.
Libye – L'arrestation du gouverneur militaire de Tripoli, Abdelhakim Belhadj à l'aéroport international de Tripoli (25 novembre 2011)

Belhadj è un devoto jihadista che ha combattuto con i talebani contro le truppe statunitensi in Afghanistan. Il leader ribelle libico Abdel-Hakim al-Hasidi ha ammesso che i combattenti del Gruppo Combattente Islamico Libico (LIFG) di Belhadj sono stati il ​​secondo più grande gruppo di combattenti stranieri in Iraq.

http://pakobserver.net/detailnews.asp?id=139779

Articolo correlato:

Libia – Arresto del governatore militare di Tripoli, Abdelhakim Belhadj all’aeroporto internazionale di Tripoli

*********************************************************************

  • Report: British Special Forces In Syria

Pakistan Observer
February 12, 2012
di Akhtar Jamal

– The Daily Telegraph reported that former terrorist turned Libyan rebel leader Abdulhakim Belhadj, now head of the Tripoli Military Council, “met with Free Syrian Army leaders in Istanbul and on the border with Turkey,” after being sent there by Mustafa Abdul Jalil, the interim Libyan president.
Belhadj is the former front man for the Libyan Islamic Fighting Group (LIFG), designated as a terrorist organization by the US State Department. Belhadj was captured by the CIA in Malaysia in 2003 and extradited to Libya where Colonel Gaddafi had him imprisoned.

Islamabad – According to a report by Israeli intelligence outfit DEBKAFile British Special Forces are on the ground in Syria directing rebel fighters in a repeat of how Libyan rebels were aided in the overthrow of Colonel Gaddafi.

DEBKAfile’s exclusive military and intelligence sources were quoted as saying that foreign units are not engaging in direct combat but are acting in an advisory capacity, while also relaying requests for arms outside of the country.

The report claimed that “British and Qatari special operations units are operating with rebel forces under cover in the Syrian city of Homs 162 kilometers from Damascus.

The report suggested that the situation in Syria is developing in an almost identical manner to how rebels in Libya were aided by British and French Special Forces.

The report added that the same Al-Qaeda-affiliated terrorists who fought U.S. troops in Iraq and helped NATO powers overthrow Colonel Gaddafi were airlifted into Syria to aid rebels there in attempting to topple President Bashar al-Assad in November last year.

Meanwhile the British Daily Telegraph reported that former terrorist turned Libyan rebel leader Abdulhakim Belhadj, now head of the Tripoli Military Council, “met with Free Syrian Army leaders in Istanbul and on the border with Turkey,” after being sent there by Mustafa Abdul Jalil, the interim Libyan president.

Belhadj is the former front man for the Libyan Islamic Fighting Group (LIFG), designated as a terrorist organization by the US State Department. Belhadj was captured by the CIA in Malaysia in 2003 and extradited to Libya where Colonel Gaddafi had him imprisoned.

Belhadj is a committed jihadist who fought with the Taliban against U.S. troops in Afghanistan. Libyan rebel leader Abdel-Hakim al-Hasidi admitted that Belhadj’s LIFG fighters were the second-largest cohort of foreign fighters in Iraq.

http://pakobserver.net/detailnews.asp?id=139779

_____________________________________________________________________