Tag

, , , , ,

  • L’Occidente può colpire l’Iran entro l’estate: capo militare russo (ITA-ENG)

[14.12.2012] di Robert Bridge, RT            (trad. di Levred per GilGuySparks)

Il massimo capo militare russo dice che un attacco contro l’Iran, che gli occidentali sospettano sviluppi armi nucleari, potrebbe iniziare già nel periodo estivo.
Finora, le tensioni tra Teheran e Occidente sono state confinate al campo di battaglia di un’accalorata retorica.

L’ufficiale di più alto rango dell’esercito russo, tuttavia, prevede possa essere solo una questione di tempo prima che le bombe verbali divengano reali. Lo stato maggiore russo sta osservando attentamente la situazione, e non esclude l’ipotesi di un attacco coordinato contro la Repubblica islamica, lo ha detto ai giornalisti martedì il generale Nikolai Makarov, capo di stato maggiore russo.
L’Iran è un punto dolente“, ha osservato Makarov. “Penso che una decisione sarà presa entro l’estate.
Se Makarov è corretto nelle sue stime, la situazione nella regione – sommersa com’è da crisi politiche e guerra – può volgere rapidamente fuori controllo.
In effetti, alcuni avvertono che un attacco all’Iran potrebbe innescare un pericoloso gioco al domino in tutto il Medio Oriente, che forse potrebbe anche concludersi con un’altra guerra mondiale.
Nello scivolare verso un’escalation di violenza, ci sono stati una serie di episodi inquietanti, tra cui presunti attacchi informatici contro l’Iran, così come l’abbattimento di un sofisticato drone statunitense, che l’Iran dice di aver guidato a terra dopo un hacking elettronico sul veicolo.

Poi ci sono i misteriosi omicidi.

Nel mese di gennaio, Mostafa Ahmadi Roshan, 31 anni, che dirigeva un dipartimento presso l’impianto di arricchimento dell’uranio di Natanz, è stato ucciso da un’autobomba a nord di Teheran.

Esattamente due anni prima, Masoud Ali Mohammadi, un professore anziano di fisica superiore all’Università di Teheran, è rimasto ucciso quando una moto trasformata in bomba è esplosa accanto alla sua macchina mentre stava per andare al lavoro.

L’Iran ha accusato delle uccisioni l’intelligence israeliana.
In un’ultima impennata di tensione, Israele, lunedì, ha accusato l’Iran di aver architettato gli attacchi contro le ambasciate israeliane a Tbilisi e Nuova Delhi.
Questo gioco del dente per dente può facilmente esplodere in un conflitto a tutto campo, che sarebbe lo scenario peggiore, non solo per la regione, ma per il mondo intero.
Nel mese di novembre, il segretario alla difesa statunitense, Leon Panetta ha avvisato che l’azione militare contro l’Iran potrebbe avere “conseguenze indesiderate” nella regione. Panetta, come il suo omologo russo, ritiene che la decisione di attaccare l’Iran potrebbe essere imminente.
L’editorialista del Washington Post, David Ignatius, ha scritto all’inizio di questo mese che Panetta “ritiene che ci sia una forte probabilità che Israele colpisca l’Iran nel mese di aprile, maggio o giugno, prima che l’Iran entri in quella che gli israeliani hanno descritto come una ‘zona di non ritorno’ nell’iniziare la costruzione di una bomba nucleare“.

La Russia è fermamente contraria a qualsiasi azione militare contro l’Iran, anche se Mosca ha sostenuto sanzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite contro Teheran nel tentativo di costringere la Repubblica islamica a cooperare con l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA).
Nel frattempo, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu sta facendo gli straordinari per ottenere che il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, s’imbarchi nella campagna contro l’Iran. E non è un male per il suo intenso lavoro di lobbying che Washington si stia preparando per le elezioni presidenziali di novembre.
Grazie alla filosofia neoconservatrice da falchi che ha dirottato il tradizionale pensiero conservatore (che, a suo credito, Ron Paul rappresenta in modo autentico), il presidente Obama può aspettarsi di essere accusato di “andare leggero con l’Iran” se propone qualcosa di meno della guerra.

Così, l’alto comandante militare russo potrebbe avere ragione: il super impegnato esercito statunitense e i suoi alleati della NATO in bolletta potrebbero trovarsi, molto presto, a combattere un’ennesima guerra insensata, con conseguenze sconosciute.

http://rt.com/news/russia-iran-summer-conflict-nato-us-265/

*************************************************************************

  • West may strike Iran by summer – Russian Gen-Staff Chief
Robert Bridge, RT

Published: 14 February, 2012, 16:12

Russia’s top military boss says an attack against Iran, which the west suspects of developing nuclear weapons, could begin as early as summer.

Thus far, tensions between Tehran and the west have been confined to the battlefield of heated rhetoric. Russia’s highest ranking military officer, however, predicts it may be just a matter of time before the verbal grenades get real.

The Russian General Staff is closely watching the situation, and is not ruling out the possibility of a coordinated attack on the Islamic Republic, General Nikolai Makarov, head of the Russian General Staff, told reporters on Tuesday.

“Iran is a sore spot,” Makarov noted.“I think a decision will be made by the summer.”

If Makarov is correct in his estimations, the situation in the region – overwhelmed as it is with political crises and war – could spin rapidly out of control. Indeed, some are warning that an attack on Iran could trigger a dangerous game of dominoes across the Middle East, possibly even culminating in another world war.

In the slide towards escalating violence, there have been a string of disturbing incidents, including alleged cyber attacks against Iran, as well as the downing of a sophisticated US drone, which Iran says it guided to the ground after electronically hacking into the vehicle.

Then there are the mysterious assassinations.

In January, Mostafa Ahmadi Roshan, 31, who supervised a department at the Natanz uranium enrichment facility, was killed by a car bomb in northern Tehran.

Exactly two years earlier, Masoud Ali Mohammadi, a senior physics professor at Tehran University, was killed when a bomb-rigged motorcycle exploded beside his car as he was about to leave for work.

Iran blamed Israeli intelligence for the killings.

In the latest ratcheting up of tensions, Israel on Monday blamed Iran for masterminding attacks against Israeli embassies in Tbilisi and New Delhi.

This game of tit-for-tat can readily explode into all-out conflict, which would be a worst-case scenario not just for the region, but for the entire world.

In November, US Defence Secretary Leon Panetta warned that military action against Iran could have “unintended consequences” in the region.

Panetta, like his Russian counterpart, believes that the decision to attack Iran may be imminent.

Washington Post columnist David Ignatius wrote earlier this month that Panetta “believes there is a strong likelihood that Israel will strike Iran in April, May or June before Iran enters what Israelis described as a ‘zone of immunity’ to commence building a nuclear bomb.”

Russia is adamantly opposed to any military action against Iran, though Moscow has supported UN Security Council sanctions against Tehran in an effort to force the Islamic Republic to cooperate with the International Atomic Energy Agency (IAEA).

Meanwhile, Israeli Prime Minister Benjamin Netanyahu is working overtime to get US President Barack Obama onboard the campaign against Iran. And it will not hurt his fierce lobbying efforts that Washington is preparing for presidential elections in November.

Thanks to the hawkish neoconservative philosophy that has hijacked traditional conservative thinking (which, to his credit, Ron Paul genuinely represents), President Obama can expect to be accused of “going weak on Iran” if he proposes anything short of war.

Thus, Russia’s top military commander may be right: the overstretched US military and its budget-broke NATO allies may find themselves fighting yet another senseless war with unknown consequences very soon.

http://rt.com/news/russia-iran-summer-conflict-nato-us-265/

___________________________________________________________________________