Tag

, , , , ,

  • Non lontano un attacco all’Iran , dice il generale russo (ITA-ENG)

di Vladimir Radyuhin

The Hindu
[16.02.2012]     trad. di Levred per GilGuySparks

https://i2.wp.com/www.thehindu.com/multimedia/dynamic/00926/16TH_MAKARAV_926096e.jpgMentre continuano ad estendersi le tensioni sul programma nucleare iraniano, l’esercito russo si sta preparando per la possibile ricaduta nelle regioni meridionali della Russia di un conflitto su larga scala.

L’ufficiale con grado militare più elevato di Russia ha messo in guardia contro un possibile attacco contro l’Iran nei prossimi mesi.

L’Iran, naturalmente, è un punto dolente. Credo che un qualche tipo di decisione [di attaccarlo] sarà presa probabilmente più vicino all’estate,” lo ha detto in una conferenza stampa a Mosca il generale Nikolai Makarov, capo di stato maggiore russo. Ha aggiunto che l’Iran era in grado di dare “un’affilata reazione in risposta” all’attacco.

Un altro ufficiale russo ai vertici militari, l’ammiraglio Vladimir Komoyedov ha detto che, dato l’attuale incremento militare nel Golfo Persico, qualsiasi scintilla potrebbe innescare l’incendio di un conflitto regionale.

L’ammiraglio Komoyedov, che dirige il comitato di difesa della Camera bassa della Duma di Stato, ha detto ai militari stranieri di stanza a Mosca che gli Stati Uniti potrebbero attaccare l’Iran da un momento all’altro con un lancio simultaneo di 450 missili da crociera Tomahawk dalle navi da guerra dispiegate nella regione.

La Russia teme che un conflitto nel Golfo Persico possa sconfinare nel Caucaso.

Lo Stato maggiore generale russo ha istituito un “centro di [osservazione della] situazione” per seguire gli sviluppi nel Golfo Persico “in tempo reale”,  ha detto il generale Makarov.

Stiamo analizzando la situazione minuto per minuto e non escludiamo alcuna opzione,”  ha detto l’ufficiale russo di più alto grado.

Media russi hanno citato fonti della difesa dire che basi militari russe nel Caucaso – in Armenia, Ossezia del Sud e Abhazia – erano state messe in allerta di combattimento. Gli esperti militari ritengono che gli Stati Uniti possano effettuare attacchi contro l’Iran dalla Turchia, e che anche la Georgia e l’Azerbaijan possano essere trascinate nel conflitto. All’inizio di questa settimana l’Iran ha presentato una protesta formale all’Azerbaijan per presunta attività di spionaggio israeliano in Azerbaijan.

Per prepararsi all’imminente conflitto, sono state dispiegate navi da guerra russe più vicine alla Georgia nel Mar Nero, e la flotta del Mar Caspio è stata trasferita da Astrakhan ai porti più vicini in Azerbaigian, lo ha riferito la Nezavisimaya Gazeta.

Le annuali esercitazioni di guerra nel Caucaso settentrionale russo quest’anno passeranno da un livello tattico/operativo ad un livello strategico, cioè, coinvolgeranno “l’intera impostazione militare della Russia”, secondo quanto hanno riferito i media. Il Ministero della Difesa russo ha annunciato l’intenzione di fornire al Distretto Militare meridionale 40 nuovi aeromobili e di assegnare ad esso due unità di commando speciali.

http://www.thehindu.com/news/international/article2899679.ece

*********************************************************************

  • Attack on Iran not far off, says Russian General

di Vladimir Radyuhin

The Hindu

February 16, 2012

As tensions continue to build up over Iran’s nuclear programme, the Russian military is bracing for a possible spillover of a large-scale conflict into Russia’s southern regions.

Russia’s highest ranking military officer has warned of a possible attack against Iran in the next few months.

“Iran, of course, is a sore spot. I think some kind of decision [to attack it] will be made probably closer to summer,” General Nikolai Makarov, head of the Russian General Staff, told a press conference in Moscow. He added that Iran was capable of giving “a sharp repulse” to the attack.

Another Russian top military brass, Admiral Vladimir Komoyedov said that given the current military build-up in the Persian Gulf, any spark could set off the fire of a regional conflict.

Adm. Komoyedov, who heads the Defence Committee in the State Duma lower house, told foreign military attaches in Moscow that the U.S. could attack Iran any time now with a simultaneous launch of 450 Tomahawk cruise missiles from the warships deployed in the region.

Russia is concerned that a conflict in the Persian Gulf may spill over into the Caucasus.

The Russian General Staff has set up a “situation centre” to monitor developments in the Persian Gulf “in real time”, General Makarov said.

“We are analyzing the situation round-the-clock and do not rule out any options,” Russia’s highest ranking military officer said.

Russian media quoted defence sources as saying that Russian military bases in the Caucasus – in Armenia, South Ossetia and Abhazia – had been put on combat alert. Military experts speculate that the U.S. may carry out strikes at Iran from Turkey, and that Georgia and Azerbaijan may be also drawn into the conflict. Earlier this week Iran lodged a formal protest with Azerbaijan over alleged Israeli spy activity in Azerbaijan.

To prepare for war contingency, Russian warships in the Black Sea have been deployed closer to Georgia, and the Caspian flotilla has been relocated from Astrakhan to ports closer to Azerbaijan, the Nezavisimaya Gazeta reported.

Annual war games in Russia’s North Caucasus this year will be scaled up from tactical/operational to strategic level, that is, will involve “Russia’s entire military setup,” according to media reports. The Russian Defence Ministry has announced plans to supply to the Southern Military District 40 new aircraft and to assign to it two special commando units.

http://www.thehindu.com/news/international/article2899679.ece

__________________________________________________________________________