Tag

, , , ,

RIA Novosti
[14.03.2012] di Eduard Pesov
(trad. di Levred, revisione di Leslie Reggio per GilGuySparks)

MOSCA (RIA Novosti) – Gli Stati Uniti hanno avvertito che i negoziati delle sei nazioni sul programma nucleare iraniano in aprile sarebbero per Teheran l’ultima chance di evitare un attacco degli Stati Uniti, il quotidiano Kommersant ha riferito mercoledì.

Il segretario di Stato americano, Hillary Clinton, ha chiesto al ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, a margine di una riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite a New York lunedì, di riferire questo fatto alle autorità iraniane, ha detto il giornale.

Hillary Clinton and Sergei Lavrov

Le nazioni occidentali stanno facendo pressioni sull’Iran in merito al suo programma nucleare, accusando la repubblica islamica di sviluppare armi atomiche. Teheran ha sempre negato con forza, dicendo che il programma è solo a fini energetici.

Un diplomatico russo ha detto a Kommersant che gli Stati Uniti e Israele potrebbero attaccare l’Iran prima della fine dell’anno.
Gli israeliani stanno fondamentalmente ricattando Obama,” ha detto.
Egli dovrà o sostenere la guerra, o perdere il sostegno [dell'influente lobby ebraica].”

Anche se la posizione diplomatica ufficiale a Mosca è che la riunione di aprile non sarà l’ultima occasione, come la considera Washington, le autorità russe sono tuttavia preparate all’eventualità di una guerra, dice il giornale.

Abbiamo valutato le nostre azioni in caso di guerra con l’Iran. Abbiamo mobilitato le nostre forze,” ha detto a Kommersant un funzionario del ministero della Difesa, parlando a condizione di rimanere anonimo.

Egli ha espresso la preoccupazione che se scoppiasse una guerra, una folla di profughi fluirebbero dall’Iran nei luoghi limitrofi all’Azerbaijan, cosa che aggraverebbe l’instabile situazione nel Caucaso.

Una riunione del Consiglio di sicurezza dell’ONU, lunedì, convocata dalla Gran Bretagna per concentrare l’attenzione sul Medio Oriente, pur condannando la violenza in Siria, ha mostrato che Damasco non deve preoccuparsi di un intervento internazionale, fino a quando c’è una minaccia di guerra con l’Iran.

Il leader siriano Bashar Al-Assad si trova ad affrontare una pressione internazionale senza precedenti perchè ponga fine alla sua repressione sui manifestanti che ha provocato la perdita di migliaia di vite.

E’ importante per gli Stati Uniti salvare la faccia ora nella situazione con la Siria“, ha detto un funzionario del ministero degli Esteri russo.
Gli americani sono dell’avviso che Israele attaccherà l’Iran e avere due guerre nella regione è troppo“, hanno spiegato i diplomatici a Mosca.

http://en.rian.ru/world/20120314/172152778.html

*****************************************************************

by Eduard Pesov

The United States has warned that the six-nation negotiations on Iran’s nuclear program in April would be the last chance for Tehran to prevent a U.S. attack, the Kommersant daily said on Wednesday.

U.S. Secretary of State Hillary Clinton asked Russian Foreign Minister Sergei Lavrov on the sidelines of a UN Security Council meeting in New York on Monday to relate this point to the Iranian authorities, the paper said.

Western nations have been putting pressure on Iran over its nuclear program, accusing the Islamic republic of developing atomic weapons. Tehran has always strongly denied this, saying the program is for energy purposes only.

A Russian diplomat told Kommersant that the U.S. and Israel might attack Iran before the end of the year.

“Israelis are basically blackmailing Obama,” he said. “He will either have to support the war, or lose the support [of the influential Jewish lobby].”

Although, the official diplomatic position in Moscow is that the April meeting will not be the last chance as Washington sees it, Russian authorities have nevertheless prepared for the possibility of war, the paper said.

“We have counted our actions in case of war with Iran. We have mobilized our forces,” a Defense Ministry official told Kommersant, speaking on condition of anonymity.

He expressed concern that if a war breaks out, crowds of refugees would flow from Iran into neighboring Azerbaijan, which would aggravate the volatile situation in the Caucasus.

A meeting of the UN Security Council on Monday summoned by Britain to focus on the Middle East, while condemning violence in Syria, showed that Damascus should not worry about international intervention as long as there is a threat of war with Iran.

Syrian leader Bashar al-Assad is facing unprecedented international pressure to end his crackdown on protesters that has claimed thousands of lives.

“It is important for the U.S. to save face now in the situation with Syria,” a Russian Foreign Ministry official said. “The Americans understand that Israel will attack Iran and having two wars in the region is too much,” diplomats in Moscow explained.

http://en.rian.ru/world/20120314/172152778.html

___________________________________________________________________________

About these ads