Tag

, ,

intelNews.org
[20.03.2012] di Joseph Fitsanakis   (trad. di Levred per GilGuySparks)

Il servizio russo della BBC ha confermato che un contingente di “forze speciali di antiterrorismo” russe sono sbarcate in Siria.
La notizia in precedenza è apparsa lunedì (19.03.2012 ndr) sui siti web di varie agenzie di stampa russe, tra cui Interfax e RIA Novosti. Quest’ultima ha affermato che truppe russe, che si diceva essere Marines, sono arrivate nel porto siriano di Tartus a bordo della nave cisterna Iman, che fa parte della flotta russa del Mar Nero.

Secondo il rapporto, la nave cisterna ha strettamente il ruolo di svolgere “compiti logistici [tra cui] il rifornimento di carburante e cibo [e] fornire sicurezza marittima anti-pirateria nel Golfo di Aden“. Secondo una dichiarazione del Comando russo del Mar Nero, le forze speciali erano sbarcate in Siria al fine di “dimostrare la presenza russa nella turbolenta regione ed eventualmente evacuare i cittadini russi“. Poco dopo le prime notizie dello sbarco delle truppe a Tartus, ABC News ha parlato con una fonte anonima al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che ha descritto la notizia come “una bomba” che era “certa avrebbe portato a gravi ripercussioni” sulla situazione in Siria. Poco dopo, però, una fonte anonima del ministero siriano della Difesa Nazionale ha detto all’agenzia di stampa SANA a Damasco che i report di truppe russe che sbarcavano in Siria erano “completamente falsi” e affermava che la presenza della nave russa era collegata a una missione anti-pirateria. Il ministero della Difesa russa ha anche detto ai giornalisti che l’Iman non è una nave da guerra e che il suo equipaggio è composto interamente da personale civile. Ma un report distinto in merito al servizio in lingua russa della BBC asserisce che, anche se la nave è davvero idrografica, progettata per raccogliere dati topografici sottomarini, contiene un sofisticato doppio uso dell’hardware che può essere facilmente utilizzato per la raccolta di informazioni.
Il report della BBC ripete precedenti affermazioni dell’agenzia di stampa Interfax che la nave russa è arrivata a Tartus con un grosso contingente di membri di una brigata della marina e di un battaglione d’assalto aviotrasportato. Si citano anche fonti dell’opposizione siriana che sostengono che truppe russe sono state effettivamente viste sbarcare a Tartus.


La Russia, che  mantiene la base di supporto logistico navale di Tartus dal 1971, è uno degli alleati più accesi del governo siriano. Assieme alla Cina, [la Russia] ha resistito ai tentativi da parte dei paesi occidentali di imporre sanzioni al governo di Damasco, in risposta alla repressione sui manifestanti dell’opposizione. ABC News, che è uno dei pochi mezzi di informazione occidentali ad aver riportato la storia, dice di aver contattato funzionari dell’ambasciata russa negli Stati Uniti e alle Nazioni Unite, i quali hanno rifiutato di commentare. Ha inoltre contattato il portavoce del Dipartimento di Stato americano, Victoria Nuland, che ha detto che Washington “non aveva mai sentito parlare di rapporti di truppe russe in Siria” e si è rifiutata di commentare.

http://intelnews.org/2012/03/20/01-951/#more-8367

*******************************************************************

  • Breaking News: Russian troops land in Syria

March 20, 2012 by Joseph Fitsanakis

The Russian service of the BBC has confirmed that a contingent of Russian “antiterrorist special forces” have landed in Syria. The news first appeared on Monday on the websites of several Russian news agencies, including Interfax and RIA Novosti. The latter claimed that the Russian troops, who were said to be Marines, arrived in the Syrian port of Tartus onboard the tanker Iman, which is part of Russia’s Black Sea fleet. According to the report, the tanker is strictly tasked with performing “logistical tasks [including] the replenishment of fuel and food [and] providing maritime anti-piracy security in the Gulf of Aden”. According to a statement from the Russian Black Sea Command, the special forces had landed in Syria in order to “demonstrate the Russian presence in the turbulent region and possibly evacuate Russian citizens”. Shortly after the initial reports of the troops’ landing in Tartus, ABC News spoke to an anonymous source at the United Nations Security Council, who described the news as “a bomb” that was “certain to have serious repercussions” on the situation in Syria. Soon afterwards, however, an unnamed source in the Syrian Ministry of National Defense told the SANA news agency in Damascus that the reports of Russian troops landing in Syria were “completely devoid of truth” and said the presence of the Russian tanker was connected with an anti-piracy mission. The Russian Ministry of Defense also told reporters that the Iman is not a warship and that its crew is composed entirely of civilian personnel. But a separate report on the Russian-language service of the BBC claims that, although the vessel is indeed hydrographic —designed to collect undersea topographic data— it contains sophisticated dual-use hardware that can easily be used for intelligence collection. The BBC report repeats earlier claims by the Interfax news agency that the Russian ship arrived in Tartus with a large contingent of marine brigade and airborne assault battalion members. It also quotes sources from the Syrian opposition, which allege that Russian troops were indeed seen disembarking in Taurus. Russia, which has maintained a naval logistics support base Tartus since 1971, is one of the Syrian government’s most vocal allies. Along with China, it has resisted attempts by Western countries to impose sanctions on the government in Damascus in response to its crackdown on opposition protesters. ABC News, which is one of a handful of Western news media to have picked up the story, says it contacted officials in Russia’s embassy to the United States and the United Nations, who refused to comment. It also contacted US State Department spokeswoman Victoria Nuland, who said Washington had “not heard of the reports of Russian troops in Syria” and declined to comment.

http://intelnews.org/2012/03/20/01-951/#more-8367

______________________________________________________________________

About these ads