Tag

, ,

The Voice of Russia
[20.03.2013] di Valentine Vasilescu              (trad. di Levred per GilGuySparks)

Al momento, gli Stati Uniti hanno schierato in Giappone 35.000 unità militari USPACOM (Comando Statunitense del Pacifico), un paio di portaerei a propulsione nucleare, cinque cacciatorpedinieri, quattro fregate, e hanno costruito una loro base nel porto di Yokosuka. Circa 17.000 marines sono di stanza sull’isola di Okinawa. La flotta giapponese ha 3 vettori per elicotteri, 8 cacciatorpedinieri, 20 fregate missilistiche e 16 sottomarini a sua disposizione.

547575 копия.jpg.1000x297x1

Allo stesso tempo, la Seconda divisione di fanteria e una brigata delle Forze Speciali che consistono in 19.700 militari sono di stanza in Corea del Sud.
I magazzini USPACOM con equipaggiamenti militari, munizioni, carburante e cibo per il resto della 8ª Armata si trovano in Giappone. La Flotta Americana del Pacifico (USPACFLT), composta da 3 portaerei, 4 vettori per elicotteri, 9 incrociatori, 25 cacciatorpedinieri e 26 sottomarini nucleari posizionati a Pearl Harbor e a San Diego, è appositamente preparata per azioni nel Sud-Est asiatico.

D’altra parte, le forze navali cinesi sono cambiate in modo significativo negli ultimi dieci anni. Ora hanno attrezzature moderne, create tra 2004 e 2012 e finalizzate non a protezione della costa della Cina, ma ad azioni offensive e in grado di colpire qualsiasi obiettivo in Giappone e Corea. Anche il Viet Nam possiede una flotta efficiente composta da 7 cacciatorpedinieri, 18 fregate e 2 sottomarini.

Con riferimento a fonti vicine al Pentagono, l’Agenzia Reuters afferma che il ministro della Difesa americano Chuck Hagel sta per incrementare l’efficienza della base di Fort Greely (Alaska), con lo scopo di affrontare la Corea del Nord.

Si tratta di un provvedimento propagandistico, perchè la traiettoria di missili balistici intercontinentali lanciati dalla Corea del Nord si trova al di fuori della zona di attività di missili intercettori americani.

Ora [passiamo ndt] al rinvio dell’intervento militare statunitense in Corea del Nord. Nonostante tutte le provocazioni di Pyongyang, gli Stati Uniti non cadranno nella trappola abilmente confezionata dai cinesi. Prima di tutto gli Stati Uniti hanno bisogno di ridispiegare le proprie forze dal Giappone e dalle Hawaii verso la penisola coreana. Nel frattempo, la Cina avrà libero accesso alla acque territoriali giapponesi, e i russi, senza un attimo di esitazione metteranno sulla loro aerobrigata 36 bombardieri supersonici Tu-22М3 in grado di abbattere i bombardieri strategici B-52 della base aerea militare Andersen (l’isola di Guam).

L’amministrazione statunitense sta stampando dollari senza copertura per finanziare guerre civili o invasioni militari americane. Grazie al furto di risorse di interi paesi, la Casa Bianca ha nascosto il deficit dovuto alla stampa incontrollata di moneta e ha distribuito ciò che rimaneva nelle tasche dei complici dell’amministrazione. Questa regola, in vigore dalla fine della seconda guerra mondiale, è cambiata con l’avvento al potere di George W. Bush nel 2000. La sua avidità ha comportato il fatto che l’occultamento del deficit allora portò all’arricchimento della sua famiglia e dei commissari politici del Fondo Monetario Internazionale (FMI). Come conseguenza dell’invasione dell’Iraq e dell’Afghanistan, gli Stati Uniti accumularono un debito enorme.

Russian-Bear5

Nel 2001, Jiang Zemin e Vladimir Putin hanno firmato il Trattato di Vicinato e di Fraterna Cooperazione. Dopo aver deciso di agire insieme, Russia e Cina hanno incrementato le possibilità di successo di un confronto con i tre centri di potere (Stati Uniti, Giappone ed Unione Europea). Russia e Cina congiuntamente hanno implementato il metodo economico delle «Gocce Cinesi», in grado di distruggere l’enorme forza militare americana negli anni successivi.

Il debito degli Stati Uniti supera i 16.000 miliardi dollari, che è superiore al 100% del PIL. La Cina detiene la maggior parte del debito degli Stati Uniti – circa 2000 miliardi di dollari (che è pari al bilancio triennale della difesa statunitense). Se la Cina chiedesse indietro i fondi presi a prestito, l’economia degli Stati Uniti collasserebbe.

Nel 2005, Vladimir Putin ha introdotto una nuova strategia di incremento delle riserve auree della Russia. La Russia è diventata il principale acquirente di oro sul mercato mondiale e in cinque anni ha raddoppiato le sue riserve auree. Ora la Russia occupa il quinto posto, acquistando mensilmente oro per un valore di 500 milioni di dollari.

I cinesi hanno preso nota di 8133 tonnellate d’oro, che sono conservate nelle banche degli Stati Uniti e rappresentano il 74,5% del volume totale delle riserve valutarie. La Cina vuole questo oro al posto del debito degli Stati Uniti.
La Cina vuole emettere una nuova valuta, che diventerà un’alternativa al dollaro e sarà garantita in oro. A questo scopo, la Cina ha iniziato il rimpatrio delle sue riserve di oro da Svizzera, Londra e New York.

jt-1

Pechino ha firmato un accordo con più di 20 paesi (Argentina, Australia, Brasile, Emirati Arabi Uniti, Giappone e altri), che riconoscono lo yuan come valuta ufficiale delle transazioni internazionali a scapito del dollaro. Per la valuta statunitense questo significa il suo ritiro dal mercato finanziario internazionale.

Non è rimasta alcuna scappatoia per gli Stati Uniti, e tutto ciò che può fare è ritardare il prevedibile risultato. Ora deve rafforzare la propria presenza nel sud-est asiatico, nonostante la riduzione del budget. Ecco perché il Pentagono ha l’obbligo di distribuire le risorse da altre unità in questo settore (oltre al Comando Statunitense del Pacifico).

http://english.ruvr.ru/2013_03_20/Chinese-Dragon-and-Russian-Bear-clipped-the-claws-of-American-Eagle/

**************************************************************************

  • Chinese Dragon and Russian Bear clipped the claws of American Eagle

Voice of Russia
[20.03.2013] by Valentine Vasilescu

At the moment, the United States has deployed in Japan 35,000 USPACOM (the United States Pacific Command) military units, a pair of nuclear-powered aircraft carriers, five destroyers, four frigates, and built their base in the port of Yokosuka. About 17,000 marines are stationed on the island of Okinawa. The Japanese Fleet has 3 helicopter carriers, 8 missile destroyers, 20 frigates and 16 submarines at its disposal.

At the same time, the Second infantry division, and a brigade of Special Forces consisting of 19,700 servicemen are stationed in South Korea. USPACOM warehouses with military equipment, ammunition, fuel and food for the remainder of the 8th Army are located in Japan. The American Pacific Fleet (USPACFLT), consisting of 3 carriers, 4 helicopter carriers, 9 cruisers, 25 destroyers and 26 nuclear submarines located in Pearl Harbor and San Diego, is specially prepared for action in South-East Asia.

On the other hand, the Chinese Naval Forces have changed significantly over the last decade. Now they have modern equipment, created in 2004-2012 and aimed not at protection of the coast of China, but at offensive actions, and capable of hitting any target in Japan and Korea. Viet Nam also possesses an effective fleet consisting of 7 destroyers, 18 frigates and 2 submarines.

Referring to the sources close to the Pentagon, the Reuters Agency states that American Minister of Defense Chuck Hagel is going to increase the efficiency of the Fort Greely base (Alaska) in order to confront North Korea.

This is a propagandistic measure, as the trajectory of intercontinental ballistic missiles fired by North Korea lies outside the zone of activity of American missile interceptors.

Now to the postponement of the U.S. military intervention in North Korea. Despite all provocations of Pyongyang, the U.S. will not fall into the trap skillfully made by the Chinese. First of all the United States needs to redeploy its forces from Japan and Hawaii to the Korean Peninsula. Meanwhile, China will receive free access to the Japanese water area, and the Russians without a moment’s thought will put on the wing their 36 supersonic TU-22М3 bombers capable to bring down strategic B-52 bombers of the military airbase Andersen (the island of Guam).

The U.S. administration is printing dollars without security in order to finance civil wars or American military invasions. Thanks to the theft of resources of entire countries, the White House covered the deficit of the uncontrolled printing of currency, and distributed the rest in the pockets of the accomplices from the administration. This rule, in force since the end of the Second World War, changed with the coming to power of George W. Bush in 2000. His greed resulted in the fact that the covering of deficit now led to the enrichment of his family and the IMF political commissars. As a result of the invasion of Iraq and Afghanistan, the U.S.A. accumulated a huge debt.

In 2001, Jiang Zemin and Vladimir Putin signed the Treaty on Neighbourliness and Fraternal Cooperation. After deciding to act together, Russia and China increased their chances of a successful confrontation with the three centers of power (the United States, Japan and the EU). Russia and China jointly implemented the economic method of «Chinese drops», capable of destroying the huge American military force in subsequent years.

The U.S debt exceeds $ 16 trillion, which is more than 100% of the GDP. China holds the most part of the debt of the United States – about $ 2 trillion (that is equal to the triennial U.S. defense budget). If China took out the borrowed funds, the U.S. economy would have collapsed.

In 2005, Vladimir Putin introduced a new strategy of increasing the gold reserves of Russia. Russia became the main buyer of gold on the world market, and in five years it doubled its gold reserves. Now Russia occupies the fifth place, monthly buying $ 500 million worth of gold.

The Chinese took notice of 8133 tons of gold, which are stored in U.S. banks and represent 74.5 % of the total volume of foreign exchange reserves. China wants this gold instead of the U.S. debt. China wants to issue a new currency, which will become an alternative to the dollar and will be secured in gold. With this purpose, China has started the repatriation of its gold reserves from Switzerland, London and New York.

Beijing signed a contract with more than 20 countries (Argentina, Australia, Brazil, the UAE, Japan and others), which recognize the yuan as the official currency of international transactions to the detriment of the dollar. For the U.S. currency this means its withdrawal from a part of the international financial market.

There is no loophole left for the U.S., and all it can do is to delay the predictable result. Now it must strengthen its presence in South-East Asia, despite the reduction in the budget. That is why the Pentagon is obliged to distribute resources from other units in this area (other than USPACOM).

http://english.ruvr.ru/2013_03_20/Chinese-Dragon-and-Russian-Bear-clipped-the-claws-of-American-Eagle/

Eagle And Dragon

____________________________________________________________________________