Rudkowski a Kissinger: «cosa si prova ad essere un genocida?»

Tag

, , ,

Nel corso di una cerimonia in suo onore a fine maggio, Henry Kissinger - ex consigliere per la sicurezza nazionale e segretario di stato sotto i presidenti Richard Nixon e Gerald Ford - è stato affrontato da Luca Rudkowski, un rappresentante del gruppo di attivisti We Are Change.

Kissinger veniva insignito di un riconoscimento per la sua opera tesa alla libertà e alla democraziadal Board of Trustees presso il Sea, Air, & Space Museum a New York, quando Rudkowski si è avvicinato al suo tavolo e lo ha affrontato sulle recenti rivelazioni di Wikileaks  che lo accusano di crimini di guerra e contro l’umanità durante la guerra del Vietnam.

Rudkowski ha anche chiesto a Kissinger di spiegare il significato di una frase che secondo i documenti di Wikileaks fu pronunciata dall’ex segretario americano: “Ciò che è illegale lo facciamo immediatamente; quello che incostituzionale comporta un po’ di tempo in più.

__________________________________________________________________